Lazio, pescate Croazia e Lituania
nel turno intermedio di ottobre

Martedì 3 Dicembre 2019
Inizia con il sorteggio ufficiale l'avventura europea del Lazio alla UEFA Regions' Cup 2020/2021. La selezione che andrà a rappresentare l'Italia e la Lega Nazionale Dilettanti nel più importante torneo del Vecchio Continente riservato agli amateur, ha conosciuto oggi a Nyon i primi due avversari del girone della fase intermedia: si tratta di Croazia e Lituania. La formazione che andrà a completare il Gruppo 2 nel turno intermedio sarà quella che vincerà il turno preliminare del girone B, composto da Malta, Bielorussia, Kazakistan e North Macedonia, e che verrà disputato ad agosto del 2020. Il Lazio, a margine del sorteggio, ha anche avanzato la sua candidatura per ospitare, nell'ottobre del 2020, il torneo della fase intermedia. La proposta è stata accettata per la soddisfazione del presidente LND Cosimo Sibilia e del numero uno del CR Lazio Melchiorre Zarelli, entrambi presenti nella sede UEFA di Nyon.

"Siamo soddisfatti dell’esito del sorteggio, sia sul piano tecnico che organizzativo, avendo la possibilità di ospitare da noi l'Intermediate round - ha dichiarato Sibilia - Credo che sia un ottimo riconoscimento al valore della Lega Dilettanti e al suo impegno anche in campo internazionale per valorizzare tutto il movimento. Sono sicuro che il Comitato Regionale Lazio saprà essere protagonista, conoscendo sia il valore tecnico delle sue squadre, e sia sul piano organizzativo.

"Il girone è ancora una incognita perchè non conosciamo ancora l’ultima rivale - ha commentato Zarelli - Siamo comunque felici che, grazie al presidente Sibilia, potremmo giocare il torneo da noi. Una soddisfazione in più, ma anche un onere in più, che cercheremo di assolvere al nostro meglio come sempre”

Il Lazio partirà dalla fase intermedia in virtù della tredicesima posizione (su 36) occupata nel ranking stilato dalla UEFA. Questa fase, che dovrà essere disputata entro il 13 dicembre del 2020, comprende 32 squadre (28 ammesse di diritto, 2 vincenti la fase preliminare e le 2 migliori seconde nei due gironi sempre della fase preliminare). La formula sarà quella del mini-torneo con quattro squadre ciascuno per un totale di otto gironi, uno per ogni paese ospitante. Tra questi ci sarà il Lazio, con il torneo ad oggi previsto nel periodo compreso tra l'8 ed il 16 ottobre 2020.

Alla fase finale della UEFA Regions' Cup, in programma nelle ultime due settimane di giugno 2021 in uno dei Paesi delle squadre qualificate, accedono le otto squadre vincitrici i gironi della fase intermedia, L’organizzatore verrà designato entro la fine di dicembre 2020 tra le squadre che si candideranno per ospitare la competizione.

TURNO PRELIMINARE
Group A: Georgia, Estonia, Svezia, Azerbaijan
Group B: Kazakistan, Malta, Bielorussia, North Macedonia
Le vincitrici dei gironi e le due migliori seconde accedono al turno intermedio.

TURNO INTERMEDIO
Gruppo 1: Repubblica Ceca, Ucraina, Bosnia Erzegovina, vincente Gruppo A turno preliminare
Gruppo 2: Croazia, Italia, Lituania, vincente Gruppo B turno preliminare
Gruppo 3: Russia, Bulgaria, Galles, migliore seconda Gruppo A turno preliminare
Gruppo 4: Spagna, Irlanda del Nord, Serbia, migliore seconda Gruppo B turno preliminare
Gruppo 5: Turchia, Slovacchia, Israele, San Marino
Gruppo 6: Germania, Ungheria, Svizzera, Moldova
Gruppo 7: Polonia, Portogallo, Romania, Finlandia
Gruppo 8: Repubblica d'Irlanda, Francia, Inghilterra, Slovenia

LA COMPETIZIONE - La UEFA Regions' Cup è la massima competizione europea per dilettanti che mette di fronte selezioni regionali formate da giocatori non professionisti. Attraverso questo torneo, l’organizzazione continentale si è posta l’obiettivo di attribuire maggiore rilevanza, a livello nazionale ed internazionale, al calcio dilettantistico, considerato un pilastro importante del calcio europeo. L’attuale formula nasce nel 1999. 32 squadre hanno partecipato alle qualificazioni per la prima edizione; le otto qualificate hanno raggiunto la fase finale disputata in Veneto e vinta dai padroni di casa (unica squadra con due titoli insieme ai polacchi del Dolnoslazski). Da allora la UEFA ha deciso di dare alla Regions' Cup una sua calendarizzazione stabile nel panorama europeo, con cadenza biennale. Dato il crescente interesse intorno al torneo, l’edizione del 2005 ha visto l’introduzione di un turno preliminare. L’Italia partecipa con una propria selezione regionale, all’esito dello spareggio tra le rappresentative che si sono aggiudicate le ultime due edizioni del Torneo delle Regioni nella categoria Juniores. Dal 1999 ad oggi l’Italia ha sempre preso parte alla UEFA Regions’ Cup ed è alla guida dell’albo d’oro: per tre volte le rappresentative regionali LND sono riuscite a conquistare il pass per la fase finale, trionfando in tutte le occasioni. Piemonte Valle d’Aosta, Toscana e Veneto, e ora anche il Lazio, contano due partecipazioni ciascuno, una per Abruzzo e Lombardia.

ALBO D’ORO
1999 Italia (Veneto); 2001 Repubblica Ceca (Central Moravia); 2003 Italia (Piemonte Valle d’Aosta); 2005 Spagna (Vasca - Paesi Baschi); 2007 Polonia (Dolnoslazski); 2009 Castiglia e Leon (Spagna); 2011 Portogallo (Braga); 2013 Italia (Veneto); 2015 Irlanda (Eastern Region); 2017 Croazia (Zagabria); 2019 Polonia (Polonia) Ultimo aggiornamento: 6 Dicembre, 20:48


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

L’asse Ficcardi–Cacciatore, la coppia che punta l’indice

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma