Serie B, Livorno retrocesso e Crotone più vicino alla A. Il Perugia recupera due gol a Pescara

Sabato 11 Luglio 2020 di Vanni Zagnoli
Filippini
E’ la sera della retrocessione del Livorno, è 16 punti dalla Juve Stabia, dai playout, a 5 giornate dalla fine: si fa superare dalla Cremonese, all’Ardenza, solo nel recupero. Il Crotone ha ritrovato lo smalto del pre lockdown, consolida il secondo posto, come il Pordenone il terzo. Lo Spezia quasi condanna il Cosenza al ritorno in serie C, poche speranze in più per il Trapani, che peraltro strappa un risultato utile pure a Verona: i due punti di penalizzazioni rischiano di fare la differenza. L’Empoli batte il Frosinone ed entra di forza in zona playoff. A Pescara, il Perugia recupera due gol e resta davanti. 

Cittadella-Crotone 1-3: 11’ Messias, 37’ Simy; st 4’ Messias, 20’ Panico (Ci).
La doppietta di Messias è frutto di due errori clamorosi: individualità e difesa perfetta, per i calabresi, stranamente il Citta costruisce poco. Subisce gol per una rara ingenuità di Iori, cui Benali ruba palla al limite dell’area, sul rinvio di Paleari, per Messias è facile segnare. Il raddoppio di Simy è il gol più bello della serata, sul servizio di Golemic se ne va con il controllo a seguire e la sua andatura dinoccolata. Archivia il match per la seconda piazza il controllo sbagliato da Adorni. La rete per i padovani su respinta corta di Cordaz, su Branca, e tapin di Panico.

Pordenone-Pisa 1-0: 9’ st Ciurria.
A Trieste, gioca meglio la squadra di Luca D’Angelo, eppure vince il pragmatismo di Tesser. Contatto Lisi-Ciurria, al 4’, per Sossi è rigore, Gori respinge il destro di Burrai dagli 11 metri. Quattro occasioni per i toscani prima dell’intervallo, il gol però è dei ramarri, alla ripresa, azione di Mazzocco per Ciurria. Candellone avvicina il raddoppio, mentre Birindelli coglie la traversa, da un metro, per il Pisa. Poi Marconi gira fuori il cross di Soddimo.

Empoli-Frosinone 2-0: 29’ Ciciretti; 45’ st Ciciretti rig. 
La squadra di Nesta attacca con continuità, sfiorando la rete con soprattutto con Dionisi, segna però l’Empoli, alla prima vera azione palla al piede, la deviazione sottoporta è di Ciciretti.
Partita bella e combattuta, le uniche altre opportunità dei padroni di casa nel primo tempo sono Bajrami. Che esalta Bardi, a metà ripresa. Espulso Haas a un quarto d’ora dalla fine, nel Frosinone, la seconda ammonizione è per fallo su Ciciretti. Che raddoppierà dal dischetto, per la spinta di Beghetto su Frattesi.

Spezia-Cosenza 5-1: 6’ Galabinov, 20’ Gyasi, st 6’ e 10’ Mastinu, 18’ Bruccini (C), 21’ N’Zola.
Goleada degli aquilotti, ma per il secondo posto rischia di essere tardi, a 5 punti dal Crotone. Il vantaggio è su cross di Marchizza, per la deviazione aerea di Galabinov, che poi propizierà il raddoppio ma uscirà per infortunio. Per i silani solo il palo di Baez, su punizione. Mora indovina un bel pallonetto, Perina impedisce il 3-0. Nel secondo tempo la doppietta di Mastinu, su cross da destra, il secondo è di Bartolomei. Per il Cosenza il classico gol da fuori di Bruccini. Il pokerissimo arriva grazie all’azione di Gyasi, per N’zola. Asencio avvicina il 5-2. 
Occhiuzzi rischia di essere protagonista del 20° cambio di panchina stagionale, in serie B, è a 6 punti dallo spareggio per la salvezza, probabilmente troppi.

Ascoli-Salernitana 3-2: 7’ Trotta (A, 16’ Ninkovic (A); st 4’ Trotta, 10’ Kiyine (S) rig, 41’ Djuric (S).
I marchigiani inseguono sempre la salvezza diretta, nel giro di due punti hanno 4 concorrenti da puntare. Segna Trotta, con deviazione peraltro di Billong. Il raddoppio di Ninkovic è su punizione, sul primo palo, con deviazione di Jaroszynski. La parata di Micai su Morosini evita il tris. Che arriva alla ripresa, su errore di Billong. Lì si sveglia la Salernitana, con Padoin (Leali in angolo) e con Lopez, cross che impatta sul braccio di Ferigra. Il rigore è di Kiyine. Nel finale il solito traversone di Walter Lopez, Djuric in acrobazia aggiunge suspence. Allo scadere in rovesciata trova pronto Leali vicino alla linea.

Benevento-Venezia 1-1: st 6’ Montalto (V), 11’ Sau.
Il Venezia sarebbe salvo, in questo momento, proprio con questo punto di margine sull’Ascoli, però in trasferta va meglio che al Penzo. Superiorità dei lagunari, la squadra di Inzaghi ha mollato, dopo la promozione matematica. Ritmi non particolarmente elevati, i sanniti Tello e Maggio chiamano in causa Lezzerini, occasioni per Longo e Capello per il Venezia. Niente record per Montipò che puntava alle 20 partite stagionali senza subire gol, è splendido il sinistro da fuori dell’aitante Montalto. Il pari su cross di Letizia, per la deviazione di testa di Sau. Caligara fa autotraversa, per il Venezia. Nel finale 1-2 sbagliato da Capello.

Chievo-Trapani 1-1: 20’ Giaccherini (C), 33’ st Piszczek.
La squadra di Aglietti rischia di uscire dalla zona playoff, è ottava assieme alla Salernitana, il Trapani è in gran spolvero, eppure a 5 punti dai playout, complice il secondo punto di penalizzazione. Al 20’ rigore molto dubbio, Segre sembra cadere da solo dopo una scivolata di Taugourdeau. Carnesecchi respinge il tiro di Giaccherini, che infila in tapin. Veronesi pericolosi con l’ispirazione di Giaccherini e Vignato. La squadra di Castori non accende il bomber Pettinari e concede nel primo tempo 9 conclusioni contro 5. Il pari su azione proprio di Pettinari, per il taglio in area di Piszczek. 

Pescara-Perugia 2-2: 12’ Galano (Pe), 23’ Maniero (Pe), 42’ Iemmello, 47’ Buonaiuto. 
Cosmi respira di sollievo, mantiene il punto sul Pescara e due sulla zona playout, rimontando due reti. Per Andrea Sottil è il debutto su una panchina di serie B, nel dopo Legrottaglie il Pescara concede qualcosa di meno. 
Si sblocca Galano, da lontano, è il bomber che può portare il Pescara alla salvezza. Iemmello replica cogliendo il palo, poi Carraro avvicina il bersaglio. Altra chance per Galano, ma il 2-0 è di Maniero, su traversone di Balzano, con disattenzione di Di Chiara. La doppia parata del rientrante Vicario tiene gli umbri in partita. Carraro gira di testa sulla traversa, Iemmello è pronta ma si fa male alla spalla, non segnava da 5 mesi. Il pari è su cross di Mazzocchi, con girata aerea di Buonaiuto. Nella ripresa la deviazione di Crecco mette in difficoltà Fiorillo, che grazie al palo evita il 2-3. L’ultima chance è per Melchiorri, del Perugia.

Livorno-Cremonese 1-2: 36’ Ciofani (C); st 10’ Coppola (L), 47’ Valzania.
Grigiorossi superiori e di nuovo in zona salvezza, mister Bisoli si scatena per i 3 punti nel recupero. Dopo tre occasioni, Cremo avanti con con Daniel Ciofani su cross dell’ottimo Castagnetti da sinistra, è appena al 3° gol stagionale. Pari con il primo gol in serie B per Alessandro Coppola, 2 metri e 02, sfuggito a Mogos. Occasioni per Valzania, Mogos, Zortea, sino al cross di Parigini, la difesa respinge e Valzania di destro la piazza sul secondo palo: gli erano stati necessari 51 tiri per il primo gol di questo campionato, il secondo arriva a distanza di una settimana.

Juve Stabia-Entella 1-1: 40’ Mazzitelli (E), 22’ st Forte rig.
Primo punto dopo il lockdown per Castellammare di Stabia, per la gioia degli spettatori assiepati sui balconi dello stadio Menti, l’Entella spezza la sequenza di tre sconfitte esterne. Liguri insidiosi con Schenetti, a bersaglio con Mazzitelli, tirocross deviato da Addae. Anche Schenetti e Sala pungono, prima dell’intervallo. Al 9’ del secondo tempo la doppia espulsione, di Canotto della Juve e di Coppolaro, per reazione. C’è tensione e viene espulso anche Crimi, dalla panchina, nella squadra di Chiavari. Bifulco punta l’area e cade, sulla pressione di Sala, Baroni concede il rigore, trasformato da Forte. 

Classifica: Benevento 77, Crotone 58; Pordenone 55, Spezia 53, Cittadella 52, Frosinone 51, Empoli 48, Chievo e Salernitana 47; Pisa 46, Entella 43, Perugia 41, Cremonese, Pescara e Venezia 40; Ascoli 39, Juve Stabia 37; Trapani (-2) 32, Cosenza 31, Livorno 21.








 
© RIPRODUZIONE RISERVATA