PRESIDENTE

Leicester, elicottero precipita fuori dallo stadio: muoiono il presidente del club, la figlia e i due piloti

Sabato 27 Ottobre 2018
Leicester, precipita fuori dallo stadio l'elicottero del presidente Vichai Srivaddhanaprabh

Leicester, precipita fuori dallo stadio l'elicottero del presidente del club che muore insieme alla figlia e ai due piloti e un altro passeggero di cui non si conosce l'identità. Dopo ogni match Vichai Srivaddhanaprabh era abituato a lasciare l'impianto a volte trasportando anche alcuni componenti del board della squadra.

Nel 2016 l'imprenditore thailandese, considerato il più ricco del suo paese, aveva celebrato con l'allenatore Claudio Ranieri la vittoria della Premier League. Aveva quattro figli.

LEGGI ANCHE: Leicester, chi era Vichai Srivaddhanaprabha, morto nel rogo dell'elicottero

LEGGI ANCHE: Leicester, chi era Vichai Srivaddhanaprabha, morto nel rogo dell'elicottero
 

La morte del 60enne è stata confermata dalla compagnia King Power che il manager aveva portato negli anni a una vertiginosa espansione rispetto all'unico duty free shop aeroportuale con cui aveva cominciato a lavorare giovanissimo. 
 

 
Lo scenario dell'incidente è stato spaventoso. Il velivolo si è incendiato subito dopo aver toccato il suolo in uno dei parcheggi del complesso. In fiamme anche numerose auto. Testimoni hanno riferito di aver visto l'elicottero precipitare roteando da un'altezza di una sessantina di metri pochi istanti  dopo il decollo dal centro del campo di gioco dello stadio King Power dove due ore prima era terminato (1-1) il match contro il West Ham.

Si ipotizza, data la dinamica della caduta, un guasto al rotore di coda. «Stiamo assistendo la polizia di Leicestershire e i servizi di emergenza nell'affrontare un grave incidente al King Power Stadium. Il Club emetterà una dichiarazione più dettagliata una volta che saranno state stabilite ulteriori informazioni». Sono le uniche notizie fornite da un portavoce del Leicester City Football Club.

 

Arrivano le prime reazioni dei giocatori del Leicester:  Kasper Schmeichel, il portiere del Leicester, è stato visto in lacrime, mentre Jamie Vardy ha invece twittato una serie di mani giunte in preghiera.

 Su twitter anche l'abbraccio del Milan: «Dopo la tragedia che ha colpito il Leicester Football Club, i pensieri più profondi vanno alla città, alla squadra ed ai fans».

Il presidente thailandese Srivaddhanaprabha era entrato con il suo Leicester nella storia del calcio per aver vinto la Premier League nel 2016. Sulla panchina di quella squadra che da matricola riuscì a battere le big inglesi, dal Chelsea al Manchester United passando per l'Arsenal, il Liverpool e il City, c'era una vecchia conoscenza del calcio italiano come Ranieri. Il tecnico romano, allenatore tra le altre di Juventus e Roma, non è mai riuscito a vincere il titolo nel Bel Paese, ma è stato capace di un exploit da mettere in cima alla bacheca della storia del calcio.

Una favola da leggenda quella scritta dal Leicester che porta anche il nome del bomber di quel campionato, Jamie Vardy. L'attaccante che poi conquisterà anche la maglia della Nazionale inglese andò a segno per undici partite di campionato consecutive (13 reti realizzate), superando il record di gol segnati in partite consecutive di Premier League appartenente a Ruud van Nistelrooy e concluse la stagione con 24 reti in 35 presenze in campionato.

Ultimo aggiornamento: 29 Ottobre, 12:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

La realtà virtuale dei grillini e i problemi (reali) della città

di Simone Canettieri