Lega Calcio, l'assemblea decide sulla vendita dei diritti internazionali. Mp Silva offre meno di 200 milioni di euro

Lega Calcio, l'assemblea decide sulla vendita dei diritti internazionali. Mp Silva offre meno di 200 milioni di euro
2 Minuti di Lettura
Venerdì 26 Settembre 2014, 14:50 - Ultimo aggiornamento: 19:47

Sul fronte diritti tv, dal Sudamerica all'estremo oriente, la Lega Serie A conta di incassare 180-200 milioni di euro a stagione con il nuovo bando (sarà pubblicato martedì e sarà aperto fino al 15 ottobre), rispetto ai 117 milioni di euro garantiti fra il 2012-2015 da MP&Silva che molto probabilmente si farà avanti in concorrenza con altri advisor fra cui Img. La Mp Silva è favorita ma offre meno di 200 milioni di euro.

«Immaginiamo che rispetto al passato ci siano spazi importanti di crescita», ha notato il presidente della Lega Serie A Maurizio Beretta. Chiusa a giugno la vendita dei diritti nazionali per 945 milioni di euro, la Serie A ora cerca di aumentare il proprio appeal all'estero, in particolare sul mercato orientale, quello più in espansione. Il presidente indonesiano dell'Inter Erick Thohir rivendica di aver convinto i colleghi ad aprire una finestra al sabato alle 15, per intercettare la seconda serata dei dall'India verso oriente. Si inizia con Empoli-Cagliari all'ottava giornata e alla

decima ci sarà Napoli-Roma. Trovata una soluzione per i diritti internazionali, la Serie A dovrà poi vendere quelli radiofonici, in chiaro, per la piattaforma internet, di coppa Italia e Supercoppa italiana. Intanto, come ha confermato Beretta, «si sta lavorando per finalizzare» gli accordi per disputare la prossima Supercoppa italiana fra Juventus e Napoli il 22 dicembre a Doha, in Qatar, l'Emirato che si sta preparando a ospitare il Mondiale del 2022.

© RIPRODUZIONE RISERVATA