Le azzurre cercano il pass per l'Europeo: domani è sfida ad Israele per l'accesso diretto

Martedì 23 Febbraio 2021 di Giuseppe Mustica
Le azzurre cercano il pass per l'Europeo: domani è sfida ad Israele per l'accesso diretto

L’Europeo è a un passo. E potrebbe arrivare senza passare dagli spareggi. La Nazionale femminile guidata da Milena Bertolini sarà impegnata domani (17,30, diretta Rai Due) contro Israele nell’ultimo turno di qualificazione alla manifestazione continentale che si terrà in Inghilterra nell’estate del 2022. Potrebbe bastare vincere segnando almeno 2 gol per staccare direttamente il pass: a patto che oggi il Portogallo non riesca a battere la Scozia con un margine di almeno 9 reti (si gioca alle 16,10 a Cipro). Un risultato assai improbabile, quest’ultimo, che garantisce quasi certamente all’Italia la possibilità di non dover superare Israele con sei gol di scarto. In questo caso qualunque risultato uscisse dalla gara di pomeriggio, le azzurre andrebbero direttamente alla fase finale.

AL FRANCHI DOLCI RICORDI

Si giocherà a Firenze: al Franchi la Nazionale conquistò la qualificazione al Mondiale francese battendo proprio il Portogallo. Domani, lo stesso stadio, potrebbe regalare un’altra gioia. Una sfida, quella contro Israele, che si sarebbe dovuta disputare lo scorso settembre, ma la Nazionale ospite fu impossibilità ad arrivare a Empoli (sede designata allora) per via del lockdown. Non c’è dubbio che questo sia il momento migliore per scendere in campo. Anche perché le azzurre hanno ormai disputato più della metà del campionato e arrivano all’appuntamento, fondamentale, in un buono stato di forma. La testa oggi sarà sicuramente da un'altra parte. Sperando che arrivino delle buone notizie e che tutto diventi veramente molto più semplice. 

IMPEGNO AGEVOLE

Sulla carta non ci dovrebbe essere partita. Anche se all’andata Girelli e compagne riuscirono ad imporsi solamente 2-3. Ma da allora è passato più di un anno e mezzo e le cose sono cambiate, in meglio, con un cammino di crescita costante. Bertolini però non vuole sentire parlare d’impegno facile e lo ha esplicitamente detto in questa settimana d’avvicinamento. In campo scenderà la squadra migliore, che avrà il compito di chiudere in fretta il discorso qualificazione. E, nel caso oggi arrivassero notizie negative, le azzurre hanno tutte le carte in regola per fare 6 reti e qualificarsi all’Europeo come una delle 3 migliori seconde. Inghilterra 2022 è veramente lì. Si può quasi toccare con mano. Sarebbe un altro traguardo importante per un gruppo che ha fatto crescere in maniera esponenziale tutto il movimento. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA