Lazio, Tare: «Pereira arriverà tra un paio di giorni». Inzaghi: «Rinnovo? Non c'è fretta»

Lunedì 28 Settembre 2020 di Valerio Cassetta

«Stiamo lavorando per risolvere. Purtroppo i problemi non li ha solo la Lazio, ma tutto il movimento calcio. Finché le cose non sono scritte, non posso cantare vittoria. Abbiamo avuto le idee chiare fin dall’inizio. La Lazio avrà un rosa più competitiva. Non capisco il nervosismo intorno a noi. Partiamo sempre dall’ultima fila e poi alla fine salgono tutti sul carro. Abbiamo ricevuto delle critiche assurde. Può essere giudicata una squadra vista all’opera, non una che non ha ancora giocato. Attacchi assurdi, ma sono abituato dopo 12 anni. Il campionato è il nostro pane quotidiano. Poi vogliamo affrontare la Champions nel migliore dei modi». Così Igli Tare durante la cerimonia del Premio Manlio Scopigno e Felipe Pulici, andata in scena ad Amatrice, in provincia di Rieti. «Atalanta e Inter fondamentali? Una cosa fuori luogo. Mancano Fares, Muriqi, Hoedt e Pereira che arriverà nei prossimi due o tre giorni. Abbiamo bisogno del calore della piazza. I giornalisti cercando di creare delle problematiche mai esistite». 

RINNOVO INZAGHI
«Stiamo lavorando per rinforzare la rosa, è quello che si sta cercando di fare tutti insieme. In questo momento tre partite in una settimana non ci volevano. Purtroppo dobbiamo farle, ma ci stiamo attrezzando affinché si possano avere maggiori rotazioni». Questo il commento di Simone Inzaghi durante la manifestazione, collegato via Skype come il direttore sportivo laziale. «Hoedt e Fares? È un problema di indice di liquidità, alcune cessioni stanno rallentando il nostro mercato. Siamo in ritardo, lo sappiamo. Dobbiamo lavorare bene nei prossimi quattro giorni. Questa settimana è importante, poi ci sarà la sosta e si ripartirà tutti il 16 e il 17 di ottobre con la squadra più in ordine, saremo più completi». Insomma, vietato mollare. Su Pereira aggiunge: «Lo conosco, è un giocatore di qualità che ci potrebbe aiutare tanto. Non mi va di parlare di giocatori che non sono nostri, ma abbiamo la fortuna di avere Igli Tare che ci sa fare. Poi vedremo se arriverà o no». Sulla questione rinnovo una precisazione: «Gelo tra me e Lotito? Hanno scritto e parlato tanto, ma sono male informati. C’è un rapporto che va avanti dal 2004 con tranquillità e ognuno fa il proprio lavoro nel migliore dei modi. Mi rapporto con Tare e Peruzzi. Col presidente c’è grande rispetto e confronti quasi quotidiani. Rinnovo? Il contratto c’è e non c’è fretta di farlo».

Ultimo aggiornamento: 18:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA