Inzaghi: «Rinnovo? Il matrimonio con la Lazio può continuare»

Inzaghi: «Rinnovo? Il matrimonio con la Lazio può continuare»
di Daniele Magliocchetti
3 Minuti di Lettura
Venerdì 2 Aprile 2021, 15:23

Riparte la corsa Champions. La situazione rispetto a due settimane fa non é che si cambiata più di tanto, la Lazio si rimette in marcia per il quarto posto ma sempre con l’obbligo di vincere e non commettere passi falsi, anche perché le altre corrono e non aspettano certo i biancocelesti. Simone Inzaghi lo sa bene e sprona i suoi alla massima attenzione. adesso come mio giocator

Record di Radu. «Felice per lui. Prima un compagno, adesso come mio giocatore, se lo è meritato per la serietà che mette nella sua professione».

Sul futuro e ricordo per Guerrini. «Con il presidente ci vedremo tra poco e per quel che riguarda il mio futuro alla Lazio sono tranquillo. Anche ieri eravamo uniti nel dolore, insieme alla famiglia di Daniel. Questa cosa che è accaduta mi ha fatto tornare indietro nel tempo di nove anni con Fersini, queste cose non dovrebbero mai succedere».

Cambio di marcia. «C'e stata la sosta e si dovrà riattaccare la spina nel migliore dei modi. Sia per quelli che sono rimasti, sia per quelli che sono andati in Nazionale, spero di ritrovarli come li avevo lasciati».

Luis Alberto. «Ha avuto una distorsione importante, con lo Spezia non ci sarà. Ci sono speranze per la prossima dovrà lavorare di giorno in giorno. Ha avuto un versamento importante dopo il trauma».

Immobile rigenerato. «Viene da una partita di 90 minuti su un campo sintetico, ieri mi sembrava in discrete condizioni, ci ho parlato, sta bene, vediamo».

Speranze Champions. «Sia noi che l’Atalanta abbiamo fatto delle cose importanti per stare lì. È ancora lunga, mancano 11 partite. Le altre squadre sono molto attrezzate, ma noi faremo del nostro massimo per rimanere nell’Europa che conta».

Ciclo finito? «Contento di quello che ho fatto in questi anni. L’obiettivo è di andare avanti con la Lazio per tanti altri anni. Come in tutte le famiglie bisognerà sedersi, ma penso che il presidente mi ritenga la sua prima scelta. Penso che questo matrimonio possa andare avanti nel migliore dei modi, senza se e senza ma».

Possibilità Pereira. «E' uno che lavora molto bene. Domani può essere un’opzione importante per noi. Sono contento per come si è inserito: può fare sia la mezzala che la seconda punta. Non è facile visto i calciatori che ha davanti. Ma per come lavora avrebbe meritato più spazio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA