Lazio, dopo la sconfitta arriva la strigliata: Sarri chiude la squadra in palestra

Lazio, dopo la sconfitta arriva la strigliata: Sarri chiude la squadra in palestra
di Valerio Marcangeli
3 Minuti di Lettura
Lunedì 13 Dicembre 2021, 17:48

Tempo di tornare in campo per la Lazio, o almeno in teoria. Stamattina la ripresa era stata fissata alle 11:30. Il programma come al solito prevedeva uno scarico per i titolari contro il Sassuolo e un lavoro più corposo per chi non ha giocato o al massimo è subentrato al Mapei Stadium. Tutto rispettato? Per niente.

Lazio, duro confronto tra Sarri e la squadra

Mister Sarri fin da subito ha chiuso la squadra in palestra. Un lunghissimo confronto con i calciatori sfociato anche in qualche espressione forte. Serve una scossa, basta brutte figure. Il moderato tecnico presentatosi nel post partita davanti alle telecamere di Dazn, stamattina si è trasformato, prendendo di petto tutto il gruppo. Un colloquio lungo, durato oltre un’ora e mezza e che ha fatto prima slittare e poi cancellare definitivamente l’allenamento. Il tutto mentre da Nyon veniva sorteggiato il Porto come prossimo avversario in Europa League. I calciatori biancocelesti hanno lasciato il Lazio Training Center dopo le 14. L’appuntamento in campo, quindi, slitta a domani. Il presidente Lotito, ieri sera intenzionato a raggiungere Formello, alla fine non è riuscito a recarsi nel Lazio Training Center, ma a fare le sue veci ci ha pensato Sarri.

 

Luis Alberto, Pedro e Zaccagni: le ultime

Intanto il Comandante ha avuto rassicurazioni sulle condizioni dei due calciatori usciti anzitempo dal campo a Reggio Emilia. Per Zaccagni si tratta di un semplice trauma contusivo al polpaccio e nei prossimi giorni è atteso in gruppo. Esiti confortanti anche per Pedro dagli accertamenti mattutini. Lo spagnolo dovrebbe essersi fermato in tempo dopo aver accusato il risentimento, anche lui al polpaccio. Infine c’è il capitolo Luis Alberto. Il Mago non è neanche partito per la trasferta per un fastidio al flessore della gamba destra. Stamani anche il numero 10 è stato monitorato dallo staff medico. Al momento sono escluse lesioni. Le sue condizioni stanno migliorando e c’è ottimismo per i prossimi giorni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA