Lazio, Sarri concede tre giorni di riposo alla squadra e aspetta Kostic. Rimane l'idea Zaccagni come alternativa

Lazio, Sarri concede tre giorni di riposo alla squadra e aspetta Kostic. Rimane l'idea Zaccagni come alternativa
di Daniele Magliocchetti
2 Minuti di Lettura
Domenica 29 Agosto 2021, 20:11

Tre giorni di riposo. E Kostic a ogni costo. Sarri riprenderà a lavorare con la squadra mercoledì. In quel giorno il tecnico si augura di avere un esterno d’attacco in più e, forse, un difensore. Si gode il momento il tecnico, ma allo stesso tempo desidera che la Lazio sia completata nel suo organico.

Lazio, il tira e molla per Kostic

La Lazio tratta a oltranza con l’Eintracht Francoforte per Kostic. La società biancoceleste ha presentato una proposta di circa 10 milioni di euro più 2 di bonus, i tedeschi vorrebbero che la cifra fissa si alzasse di almeno quattro-cinque milioni di euro più i bonus. Per il momento c’è distanza ma la forte sensazione che si possa chiudere l’operazione e dare a Sarri l’esterno d’attacco che tanto desidera. L’accordo col giocatore c’è da tempo e i biancocelesti, sul serbo, hanno puntato parecchio, se non tutto.

È una vera e propria corsa contro il tempo anche per trovare una soluzione per Kanemovic e non occupare lo slot da extracomunitario. Dietro, abbastanza distanziato, ci sarebbe Zaccagni del Verona, ma anche qui non sembrano esserci conferme totali su una proposta presentata ai veneti. Non sono esclusi colpi di scena con nomi a sorpresa. In uscita sempre Fares col Genoa, un affare vicino alla conclusione. Da vedere anche la risoluzione di Jony e il prestito di Vavro al Copenhagen. Se il difensore uscirà, allora la Lazio potrebbe prenderne uno in più per completare l’organico.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA