Lazio, Sarri in arrivo: preso Felipe, regalo a costo zero. Corsa contro il tempo per sfoltire la rosa

Maurizio Sarri
di Daniele Magliocchetti
3 Minuti di Lettura
Lunedì 5 Luglio 2021, 07:30

L'attesa è finita. Il Comandante sta per sbarcare nella capitale. Ancora due giorni e poi partirà l'era Sarri. E con due regali, Hysaj e Felipe Anderson. Archiviate le sigarette via social, il simbolo dell'approdo dell'allenatore, i sogni, le contrapposizioni con Mourinho, si passa alle vie di fatto. I tifosi non stanno nella pelle, non vedono l'ora di vedere Maurizio dare ordini in campo, plasmare a suo piacimento la squadra del futuro. Una Lazio con idee ben precise, organizzata, eccentrica e votata all'attacco. Ecco, questo è quello che affascina di più l'intero ambiente. Ci vorrà tempo, ma, rispetto al passato, c'è la consapevolezza che tutto quello che sta nascendo attorno al tecnico toscano, promette di essere bello. Un po' quello che sta facendo la Nazionale agli Europei, ma per un anno interno, non per un solo mese. Un progetto intrigante,

CAPOLAVORO ANDERSON

Mau corre e va veloce, freme per rimettersi a lavorare sul campo, pretende che la società faccia lo stesso, pur conscio delle difficoltà legate al mercato e ai problemi di bilancio con l'indice di liquidità, ora negativo, che condiziona parecchio. Sono giorni decisivi per l'arrivo di nuovi giocatori, innesti che ha chiesto il tecnico, anche se la tabella di marcia impostata dall'allenatore va un po' lenta. Per la società, questione Salernitana a parte, è stato un week-end di lavoro incessante e di novità, soprattutto sul fronte di Felipe Anderson. La cessione di Correa può spalancare il mercato biancoceleste e dare l'accelerata definitiva. Lazio e Psg, con la supervisione del manager Lucci, stanno cercando di stringere i tempi e chiudere una trattativa non facile. I francesi si sono un po' avvicinati, alzando l'offerta da 10 a 12 più bonus, includendo il cartellino di Sarabia (sul quale c'è anche l'Atletico). Una valutazione totale di oltre 30 milioni di euro. Non basta ancora, ma si tratta senza sosta. Ma la vera sorpresa riguarda il ritorno di Felipe Anderson. Il direttore sportivo Tare ha lanciato l'idea ai manager del giocatore di prenderlo a zero e inserire all'interno del contratto una clausola di una eventuale futura rivendita del 50% a favore del West Ham. Gli inglesi dopo un momento di titubanza hanno riflettuto e poi accettato. Pipe, che è già nei pressi della capitale, risolverà il contratto con il West Ham, effettuerà le visite mediche e firmerà per la Lazio per quattro anni più uno a meno di 2 milioni netti a stagione, riducendosi lo stipendio. Si lavora anche su Basic del Bordeaux in attesa che i francesi risolvano i guai finanziari e il passaggio di proprietà. Smentito Kamara del Marsiglia.

ROSA CORTA

Non solo mercato, ma anche la valutazione dei giocatori. Per il ritiro, Sarri valuterà i calciatori che sono in organico, ma non tutti. Il tecnico toscano, oltre ad alcuni punti fermi come Milinkovic e Luis Alberto, vuole verificare alcuni rientri come Jony, Vavro, forse Lukaku. In rosa attualmente ci sono 43 giocatori, troppi. Qualcuno in settimana partirà e troverà spazio in altri club, ma altri resteranno a Formello e non verranno ad Auronzo. L'allenatore vuole lavorare con una rosa di massimo 25 giocatori, anche se potrebbe essere leggermente allargata, ma non più di tanto. L'era Sarri sta per partire, ma a velocità ridotta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA