Lazio, terminata la rifinitura anti Spezia, out solo Casale. Rimpianto Primavera: fermata nel finale a Salerno

Pochi dubbi di formazione per Sarri: In attacco, accanto al rientrante Immobile, Felipe Anderson e Zaccagni sono ancora in vantaggio su Pedro

Lazio, terminata la rifinitura anti Spezia, out solo Casale. Rimpianto Primavera: fermata nel finale a Salerno
di Valerio Marcangeli
3 Minuti di Lettura
Sabato 1 Ottobre 2022, 17:25 - Ultimo aggiornamento: 3 Ottobre, 10:54

Si chiude la settimana di lavoro a Formello. Le ultime ore a disposizione serviranno alla Lazio per definire gli ultimi dettagli della preparazione alla sfida contro lo Spezia. Sarà una gara ricca di significati, in primis perché la Curva Sud verrà ufficialmente intitolata a Tommaso Maestrelli, celebre allenatore del primo scudetto. Poi perché con i tre punti in tasca finalmente Sarri sfaterebbe il tabù delle tre vittorie consecutive, mai ottenute da tecnico della Lazio. Chiederà proprio questo il Comandante al rientro della sosta Nazionali, momento croce e delizia visto che nella passata stagione ha assicurato solamente il 50% dei punti a disposizione al club capitolino.

Lazio, le possibili scelte di Sarri in vista dello Spezia

Non ammetterà ripensamenti domani Sarri, che intanto oggi nella rifinitura ancora una volta ha avuto quasi tutto il gruppo a disposizione. Non si è allenato solamente Casale, ai box per uno stiramento all'adduttore della coscia sinistra. Per il resto tutti presenti nelle prove tattiche nelle quali come al solito sono state mischiate le carte. Nonostante ciò, tra i pali contro lo Spezia ci sarà il grande ex Provedel. La linea a quattro davanti al numero 94 sarà formata da Lazzari e Marusic sulle fasce e Patric con Romagnoli al centro. In mezzo difficilmente non si vedranno di nuovo Milinkovic e Cataldi, mentre il terzo posto a disposizione potrebbe prenderselo Luis Alberto ai danni di Vecino e Basic. In attacco, accanto al rientrante Immobile, Felipe Anderson e Zaccagni sono ancora in vantaggio su Pedro per completare il tridente.

Primavera fermata nel finale dalla Salernitana (1-1)

Intanto si ferma di nuovo la Lazio Primavera di Sanderra. Il tecnico, ammonito nel match contro la Salernitana, torna a Formello con un punto dallo stadio Volpe e un espulso (Dutu). Ad aprire le danze ci aveva pensato il fuoriquota Andrea Marino con un tiro cross che ha beffato Sorrentino, ma i padroni di casa nel finale hanno riequilibrato il punteggio sull'1-1 con Marsili. Nulla da fare per Magro, abile a parare il rigore, ma trafitto dalla ribattuta seguente. Quarto punto in tre partite del gruppo B di Primavera 2 per l'under 19 biancoceleste. Partenza a rilento, ma per la società non ci sono dubbi sull'obiettivo promozione. 

Il comunicato della società su Salernitana-Lazio 

Con un comunicato pubblicato sui propri canali, la Lazio ha voluto precisare quanto accaduto nella gara di quest'oggi: "Al termine della partita di campionato Primavera 2 tra Salernitana e Lazio, la Società e i suoi tesserati hanno deciso di non rilasciare dichiarazioni per evitare di dover commentare alcuni episodi avvenuti durante la gara". Il riferimento è ad un rigore negato e ad un cartellino rosso di troppo. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA