Lazio, oggi nuovo esame per Immobile. Nel mirino c'è lo Spezia

Lo staff dell’Italia ha ceduto alle richieste di quello della Lazio: da oggi inizieranno le cure dopo un’ulteriore risonanza

Lazio: nuovo esame per Immobile, poi inizia la cura con lo Spezia nel mirino
di Valerio Marcangeli
3 Minuti di Lettura
Lunedì 26 Settembre 2022, 11:44

Pericolo scampato. Alla fine Immobile non parte con l’Italia per l’Ungheria e torna a Formello. Fino a ieri mattina non sembrava così scontato. Il capitano della Lazio era presente a Malpensa nel momento di ricongiunzione con il gruppo squadra, compreso Mancini, che ha votato a Roma. Proprio lì il bomber ha dato il forfait definitivo con via libera pure del ct. Altra occasione mancata per riprendersi l’Italia dopo le tante polemiche. L’ultima gara giocata con la maglia azzurra risale al clamoroso ko con la Macedonia del Nord con addio al sogno Mondiale. Da lì solo assenze per problemi fisici.

L'ammissione di Mancini

Tornando al presente, la scelta di rispedire Ciro nella Capitale è stata condivisa da tutti, Mancini per ultimo: «Ciro è stato bravissimo a stare con noi – ha detto il ct dell'Italia nella conferenza stampa di vigilia del match con l’Ungheria – ma stamattina (ieri, ndr) abbiamo deciso di lasciarlo a casa anche perché non si allenava da tre giorni. Dispiaceva a lui e a noi, sarebbe rimasto volentieri come è rimasto con noi anche durante la prima partita. Ha voluto provarci, ma non si poteva rischiare». Inutile forzare la mano, meglio essere lungimiranti.

Oggi la risonanza, poi le cure

D’altronde sta per iniziare un periodo con ritmi folli sul calendario, Sarri lo sa e ritrovarsi senza il suo bomber sarebbe un autogol incredibile. Per questo nei giorni scorsi sia il tecnico che il neo senatore Lotito hanno contattato personalmente il calciatore per convincerlo a non rischiare nulla. Il compito principale però è stato svolto dallo staff medico biancoceleste in continuo contatto con quello della Nazionale. I patti erano di attendere la risonanza di ieri mattina per decretare l’eventuale via libera o meno. Visto che gli esami hanno confermato la contrattura al bicipite femorale della coscia destra, nonostante la voglia di portarlo in Ungheria lo staff dell’Italia ha ceduto alle richieste di quello della Lazio. Già da oggi inizieranno le cure dopo un’ulteriore risonanza. L’obiettivo resta la presenza dal 1’ contro lo Spezia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA