Lazio, la ripresa a Formello con ancora tanti assenti. Attesa per Pedro

Biancocelesti subito in campo dopo la vittoria contro la Salernitana. Martedì la sfida di Coppa Italia contro l'Udinese.

Maurizio Sarri (63), allenatore della Lazio
di Valerio Marcangeli
3 Minuti di Lettura
Domenica 16 Gennaio 2022, 17:01

All’indomani della vittoria in scioltezza contro la Salernitana la Lazio è tornata subito ad allenarsi a Formello. Classica seduta di ripresa per i biancocelesti che domani si ritroveranno subito a svolgere una rifinitura. Martedì alle 17:30 il club capitolino affronterà l’Udinese per gli ottavi di finale Coppa Italia: per Sarri è quindi già tempo di pensare al prossimo avversario.

Lazio, attesa per le condizioni di Pedro

Stamani il gruppo era decisamente a ranghi ridotti. Tutti i titolari dell’Arechi sono rimasti in palestra, compreso Felipe Anderson, entrato al 40’ al posto di Pedro. Proprio su di lui si incentrano i pensieri di Sarri. Fermatosi a fine primo tempo per un fastidio al polpaccio destro, la speranza è che il canario abbia avvertito il pericolo in tempo come successo contro il Sassuolo: in quel caso il numero 9 uscì all’intervallo, ma tornò in campo cinque giorni dopo col Genoa trovando anche la via del gol. La Lazio incrocia le dita per uno scenario simile. Sicuramente domani se ne saprà di più ma già stamattina l’ex giallorosso è parso meno preoccupato rispetto a ieri.

Ancora tanti assenti

Tornando all’allenamento di oggi, tra gli assenti figuravano anche l’infortunato Acerbi e Akpa Akpro, alle prese con una polmonite ma vicino al rientro in gruppo. Poi, in continuità con quanto visto giovedì e venerdì, non si sono allenati neanche Basic e André Anderson. Stesso discorso per Radu, ancora alle prese con i postumi della terza dose di vaccino. Questa la lunga lista dei forfait odierni. Sul campo invece è andata in scena una seduta mista tra esercitazioni atletiche e tecniche. Protagonisti tutti coloro che non hanno giocato all’Arechi come Muriqi, Raul Moro e i giovani Primavera Floriani, Mussolini e Bertini, ma anche chi è subentrato come Leiva, Lazzari (con gol), Romero e Vavro. In gruppo pure Kamenovic e Jony.

© RIPRODUZIONE RISERVATA