Lazio-Napoli, le pagelle: Milinkovic un fantasma gigante. Luis Alberto, una giocata e stop

Domenica 19 Agosto 2018 di Alberto Abbate
5
Finché ci saranno black out in difesa non c’è speranza. Il Napoli batte la Lazio, come fa ormai dal 2012. L’eurogol inventato da Immobile non può bastare, anche perché non può essere solo Ciro a inventare. Male la prima di Luis Alberto, fantasma alle sue spalle, ma anche di Milinkovic. Il nuovo acquisto Correa deve imparare a partecipare e incidere.
STRAKOSHA 5
Respinge malissimo un innocuo tiro di Albiol sul gol annullato di Milik. Non può nulla però sulle due reti “vere” del Napoli.
LUIZ FELIPE 5,5
Spesso è irruento, Insigne lo grazia su una chiusura azzardata. Rimane nel tunnel per un problema alla caviglia.
ACERBI 6
Olimpico in piedi per chiusure, uscite palla al piede, la sventagliata per il gol d’Immobile e la traversa di testa al fotofinish. Pesa l’errore su Milik al centro sul pari.
RADU 5,5
Sempre attento, ma buca il colpo di testa sul traversone di Hysaj. Nella ripresa sbaglia diversi passaggi, ma è l’ultimo a mollare.
MARUSIC 5,5
Inizia a sgroppare sulla fascia come un treno. Nel secondo tempo però è stanco, sbaglia le diagonali e molla Insigne sul raddoppio.
PAROLO 5,5
Fa il lavoro sporco e corre come sempre a tutto campo. Va troppo molle sul cross perfetto d’Insigne per la rete di Callejon.
BADELJ 6
Smista il gioco con nonchalance ed eleganza. Per un tempo non fa sentire l’assenza di Leiva, cala vistosamente nella ripresa. 
MILINKOVIC 4,5
S’accanisce in personalismi ed è inutile perché sempre raddoppiato. E’ rimasto, ma deve ancora carburare. 
CACERES
Adattato come esterno di sinistra, tiene su Callejon sin quando non si perde un suo taglio letale.
LUIS ALBERTO 4,5
Inventa un filtrante nei primi 5’, poi sparisce e non riappare mai più. Un macigno la numero 10 sulle spalle anche da mezzala nel finale.
IMMOBILE 7 
Segna solo lui ed è uno spettacolo il tacco con cui manda a vuoto tre difensori. Ciro nel sette, poi fallisce il bis più facile sul corner, ma è troppo isolato.
BASTOS 5,5
Sembra ordinato, ma poi sul raddoppio d’Insigne torna confusionario. Sul centro-destra non si riesce a trovare un titolare. 
CORREA 5,5
Entra e vorrebbe spaccare il mondo. Peccato che i suoi dribbling ancora non vadano a fondo. 
CATALDI ng
INZAGHI 5,5
E’ convinto per mezz’ora che i nuovi acquisti bastino per battere finalmente il Napoli. Spiazzato poi dal vecchio gioco di Sarri, non riesce a incidere con cambi e manovre per ribaltare di nuovo il risultato.
BANTI 6,5
Tutti avevano il terrore della sua direzione, invece azzecca tutto, compresa la decisione d’annullare il pari del Napoli: Koulibaly travolge Radu.
Alberto Abbate 
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimo aggiornamento: 11:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA