Lazio, Sarri si affida a Felipe Anderson: colpire il Monza per sognare una doppia cifra che manca dal 2015

Lazio, Sarri si affida a Felipe Anderson: colpire il Monza per sognare una doppia cifra che manca dal 2015
di Valerio Marcangeli
2 Minuti di Lettura
Giovedì 10 Novembre 2022, 10:38 - Ultimo aggiornamento: 20:37

Si avvicina il penultimo step di questa prima parte di stagione. La Lazio limerà gli ultimi dettagli tattici in giornata a Formello, dopodiché sarà pronta per la sfida contro il Monza che metterà tanto in palio. I biancocelesti al momento sono al terzo posto a quota 27 punti, ma trovando il bottino pieno stasera contro i brianzoli si ritroverebbero addirittura al secondo appaiati al Milan. Sarebbe di certo il modo migliore per arrivare allo scontro diretto di domenica contro la Juventus, ma prima dell’Allianz è chiaro che tutte le forze saranno dedicate prima al match dell'Olimpico.

Attacco affidato a Felipe Anderson

Contro la squadra di Palladino sarà opportuno mantenere alta la concentrazione. Sarri ha chiesto espressamente di ragionare partita per partita perciò il focus non dovrà protrarsi oltre le 20:45 di oggi. Di certo il Comandante sarà in emergenza in attacco. Immobile è tornato solo ieri in gruppo ed è impensabile che possa giocare dall’inizio. Sicuramente non ci sarà uno dei più in forma del momento come Zaccagni, fermatosi per un trauma distrattivo al polpaccio destro e a rischio pure per la Juve. Così ancora una volta toccherà a Felipe Anderson caricarsi la squadra sulle spalle da falso nueve come fatto nel derby.

Obiettivo Monza e doppia cifra

Sarà il brasiliano l’arma più tagliente di Sarri lì davanti, anche se almeno a centrocampo tornerà Milinkovic. Con il gol alla Roma, Felipe Anderson ha raggiunto un altro marcatore verdeoro come Hernanes per la Lazio nelle stracittadine di campionato (3). Quello ai giallorossi non è stato il primo colpo sferrato ai danni di una big. Gli altri due centri in Serie A quest'anno sono arrivati infatti contro Atalanta e Inter. Il nuovo Felipe non si tira più indietro contro gli avversari più forti, anzi, gli fa anche gol, ma adesso il numero 7 vuole sbloccarsi anche con le piccole. Ecco perché quella di stasera col Monza sarà un’occasione ghiotta per proseguire la striscia positiva e iniziare a porre le basi per una doppia cifra in campionato raggiunta solamente una volta in carriera, ovvero nella Capitale con Pioli nel 2015. Il nuovo Felipe Anderson non si pone limiti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA