Lazio, Milinkovic: «Non sono in forma? Datemi un po' di tempo e torno»

Domenica 10 Novembre 2019 di Valerio Cassetta
Un rigore causato (ma dubbio), un altro procurato e un gol segnato. Sergej Milinkovic sale in cattedra allo stadio Olimpico contro il Lecce. «Sono contento per la vittoria, dopo la sconfitta di giovedì contro il Celtic, in cui abbiamo fatto male» racconta "Sergio". La rete del momentaneo 2-1 è stata una liberazione per il “Sergente”, che sottolinea come «qualcuno avesse già iniziato a scrivere che non sono in forma». Accuse rispedite al mittente: «Lasciatemi un po’ di tempo e torno». Sul contatto avvenuto in area biancoceleste con Lapadula spiega: «Mi hanno detto che non c’era il fallo. L’ho toccato poco poco, ma se si fischia ogni contatto come questo, se ne devono fischiare 10 a partita». L’obiettivo resta la Champions League: «Ora siamo terzi e speriamo di rimanerci fino a fine stagione. Mi piace essere sotto pressione, in tanti mi dicono che gioco meglio quando mi mettono pressione». Personalità da vendere per il classe ’94 che non gradisce l’arrivo della sosta del campionato: «Non capita nel momento giusto, abbiamo vinto quattro partite di fila in Serie A, ma è così e ci fermeremo. C'è chi va in nazionale e chi resta qui a Roma, cercheremo di arrivare freschi quando ci ritroveremo». 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma