Lazio, c'è Kumbulla in cima alla lista per la Champions

Lazio, c'è Kumbulla in cima alla lista per la Champions
di Daniele Magliocchetti
2 Minuti di Lettura
Domenica 10 Maggio 2020, 09:30

Non solo allenamenti e la speranza di riprendere il campionato, ma anche un attento sguardo al futuro.A fari spenti la Lazio non ha mai smesso di lavorare per programmare la prossima stagione. L’innesto di Escalante dall’Eibar ne è la dimostrazione. L’obiettivo è rinforzare la squadra per la Champions, tentando di arrivare a giocatori giovani ma già affermati. Sul taccuino di Tare c’è da tempo il nome di Marash Kumbulla del Verona. La concorrenza su questo difensore centrale classe 2000 è tanta, ma Lotito ha ottimi rapporti con il club scaligero e pure il direttore sportivo con i procuratori del giocatore, coi quali ha chiuso diversi affari in passato, tra i quali Felipe Anderson e Acerbi. Sul giovane albanese del Verona ci sono pure Inter e Fiorentina, ma i biancocelesti hanno ancora un certo vantaggio. La richiesta non è bassa, visto che si parte da oltre 20 milioni di euro, ma la Lazio può inserire contropartite invitanti per i veneti. In difesa Bastos dovrebbe partire e Radu non è più un giovanotto, per questo si cercherà di puntellare ancora di più il reparto arretrato, per il momento il migliore della serie A.
MILINKOVIC
In mezzo al campo molto dipenderà dal futuro di Milinkovic, anche se Lotito ha già avvisato gli agenti del serbo che, ripresa o meno del campionato, , se qualcuno busserà a Formello per il giocatore, la richiesta sarà sempre oltre i 120 milioni di euro. Nessuno sconto. E qui come rinforzi si punta a Dominik Szoboszlai del Salisburgo, ma anche un vecchio pallino come Ruben Loftus-Cheek del Chelsea che l’anno scorso di questi tempi fu vicinissimo alla Lazio (con tanto di blitz a Roma) poi si infortunò e non se ne fece nulla. Entrambi hanno anche loro una valutazione di circa 20 milioni di euro. Per tutti sarà un mercato diverso, ma la sensazione è che Lotito tenterà, come mai prima, di arrivare ai primi nomi della lista di Tare. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA