Lazio, Inzaghi soddisfatto: «Bravi a stringere i denti, continuiamo così»

Domenica 10 Novembre 2019
Poker al Lecce, 4-2, e quarta vittoria consecutiva che consolida la zona Champions. La Lazio chiude nel migliore dei modi il ciclo prima della sosta, non senza patire per circa un'ora un Lecce ben messo in campo da Liverani: «Sapevamo che avremmo dovuto soffrire dopo le fatiche in Europa - ammette Simone Inzaghi -. Potevamo concedere meno ma ci siamo meritati la vittoria. Dobbiamo migliorare partita dopo partita, oggi abbiamo creato tanto come al solito, abbiamo tantissima qualità ma dobbiamo anche aiutare i nostri difensori perché concediamo ancora tanto». Decisiva nell'economia del match la prima doppietta di Joaquin Correa, sempre più a suo agio nella coppia con Immobile: «Abbiamo bisogno di tutti - specifica il tecnico biancoceleste - Complimenti ai ragazzi perché hanno stretto i denti e giovedì avevamo speso tanto senza essere premiati dai risultati. Abbiamo meritato la vittoria e la posizione in classifica. Ora dobbiamo continuare così».

Con il rigore del momentaneo 4-1, sale a quota 102 gol in Serie A con la maglia della Lazio di Ciro Immobile, premiato nel pre partita da Claudio Lotito: «È stata una vittoria sofferta - dice il bomber - il Lecce era ben messo in campo, ci ha messo in difficoltà. Siamo stati bravi, non era semplice. Poi c'era un pò di stanchezza e rammarico dopo l'Europa League. Siamo stati bravi. Lasciamo sempre un piccolo brivido ai nostri tifosi, ogni tanto abbiamo degli sbandamenti, dobbiamo crescere soprattutto in quello». Leader inamovibile in biancoceleste, ora il laziale tornerà in ballottaggio con Belotti per l'azzurro: «È un bel ballottaggio - ammette Immobile - è giusto che i giocatori si presentino all'Europeo al top sia fisicamente che mentalmente. Vogliamo dire la nostra, ben vengano i ballottaggi. Per me è positivo, siamo amici, chi starà meglio giocherà».

Una sconfitta che per quanto prodotto in campo dal Lecce appare quantomeno eccessiva nel punteggio. In silenzio stampa, il club salentino affida i commenti al presidente, Saverio Sticchi Damiani, che se la prende con l'arbitro Manganiello e con il Var Pairetto per il gol annullato di Lapadula (invasione dell'area al momento del tiro con altri due laziali) senza far ripetere il rigore di Babacar: «Venivamo qui a Roma per quattromila tifosi ed è difficile spiegargli certe dinamiche. Il rigore andava ripetuto perché lo dice il regolamento. Io non contesto gli altri episodi del match ma qui c'è l'applicazione di una regola. Un errore clamoroso, si sta esagerando con l'eccesso di regole».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma