Lazio, Inzaghi: «Giusto uscire se non si segna»

Mercoledì 20 Febbraio 2019
L'allenatore della Lazio, Simone Inzaghi, è deluso dopo la sconfitta di Siviglia e l'eliminazione dall'Europa League. «Usciamo giustamente, se non segni all'andata e ritorno ecco quello che succede. Su Lulic mi sembrava rigore netto e l'espulsione di Marusic è totalmente inventata. L'arbitraggio non mi è piaciuto ma non deve essere un alibi, così come gli infortuni. Ora rialziamoci, il momento è delicato. C'è rammarico perché abbiamo creato molto qui a Siviglia, avremmo dovuto riaprirla per giocarcela al meglio negli ultimi 25 minuti. Dovevamo gestire alcuni calciatori e c'era l'idea di non far giocare tutta la gara a Immobile e Milinkovic. Ciro è dovuto rimanere in campo, mentre il serbo ha svolto bene un'ora di gioco. Non tutti i giocatori della rosa sono al meglio, come ad esempio Parolo e Leiva. Ci dispiace per quest'eliminazione, avremmo dovuto fare di più. Dovremo esser bravi in futuro a far girare gli episodi dalla nostra parte. La Coppa Italia è un obiettivo, dovremo interpretare bene la gara con il Milan: vediamo se recupereremo qualche difensore, insieme ai medici lavoreremo per quest'obiettivo».


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

La partitella sulla spiaggia: evento top e incubo bagnanti

di Mimmo Ferretti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma