Lazio, Inzaghi: «Puntiamo al primato del girone»

Mercoledì 28 Novembre 2018
«Al primo posto teniamo tanto. Sappiamo di avere tre punti di ritardo dall'Eintracht Francoforte, ma domani vogliamo vincere a tutti i costi, quindi feremo i conti. Quella di domani è una partita importante per tutti. In estate sapevamo di poter fare bene in Europa League, siamo stati bravi a superare il turno con due partite d'anticipo. Ci saranno delle novità nella squadra, ma il mio obiettivo è vincere». Così Simone Inzaghi, in conferenza stampa, alla vigilia della sfida a Cipro contro l'Apollon Limassol, valida per il penultimo turno del Girone H dell'Europa League. «Domenica Lotito era contento per la reazione della squadra, perché avevamo preso un gol nel finale e il presidente era contento quando l'ho incontrato - racconta l'allenatore della Lazio, bersaglio di accuse da parte del proprio presidente -. È normale che anche lui come noi voleva vincere. A un certo punto della partita dovevo fare i cambi: Luis Alberto mi ha convinto, perché ha disputato un buon match. Ho tolto Milinkovic-Savic perché, in una partita molto fisica, poteva subire un altro cartellino giallo». Infine, una battuta sulle parole di Alexander Kolarov, che ha accusato i tifosi di incompetenza calcistica, dopo la sconfitta della Roma a Udine di domenica scorsa. «Credo che gli addetti ai lavori debbano essere bravi a sfruttare a proprio vantaggio le critiche costruttive», chiosa Inzaghi.
  Ultimo aggiornamento: 20:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Whatsapp parla chiaro: studenti on line in classe

di Raffaella Troili