LAZIO CALCIO

Lazio, Inzaghi: «Mercato chiuso con Hoedt e Pereira, ma ora testa all'Atalanta»

Martedì 29 Settembre 2020 di Valerio Cassetta

Prove generali in vista della Champions League. La Lazio di Simone Inzaghi prepara la sfida con l’Atalanta, recupero della prima giornata di campionato, in programma domani sera all’Olimpico. Un turno infrasettimanale in attesa delle notti d’Europa. Il tecnico biancoceleste, tra infortuni e mercato, fa il punto della situazione in conferenza stampa nel centro sportivo di Formello:

Vigilia. «Conosciamo il valore dell’Atalanta, una squadra che conosciamo bene. Con i nerazzurri ci sono sempre state sfide intense e belle da giocare. Non ci aspettavamo il rinvio della prima giornata e domani sarà sicuramente una gara intensa con due squadre che stanno facendo un ottimo cammino da quattro anni a questa parte».

Mercato. «Adesso penso che per tutti gli allenatori il mercato dia qualche turbolenza. Tutti vogliamo che possa finire, ci sarà la possibilità di fare operazioni fino al 5 ottobre, la società sta cercando di soddisfarmi, avremo tante partite. In queste tre gare ravvicinate siamo un po' in ritardo, ma dopo la sfida con l'Inter, anche grazie alla sosta, penso che avrò la squadra al completo».

Precedenti. «Ci saranno due squadre organizzate, ognuna con la propria metodologia. Contro l'Atalanta è successo di tutto, dallo 0-3 al 3-3, al match di ritorno ribaltato da loro dopo il 2-0 per noi, poi anche la finale di Coppa Italia. Ricordiamoci che l'Atalanta 45 giorni fa si stava giocando il meritato accesso alla semifinale di Champions». 

Atteggiamento. «Dipenderà dai momenti. L'Atalanta è intensa, noi dovremo esserlo altrettanto. Loro sono organizzati, non sono semplici da affrontare, come noi hanno giocato la prima di campionato soltanto tre giorni fa». 

Fascia. «Marusic è sempre stato un giocatore su cui ho riposto fiducia, l'ho sempre apprezzato. Spiace che negli ultimi due anni abbia avuto problemi che hanno rallentato il suo percorso, ora è riuscito ad allenarsi con continuità. Col Cagliari ha fatto un'ottima partita come gli altri».

Ambiente. «Esagerare con le etichette ai calciatori? Non solo a Roma, penso che sia un costume nel mondo del calcio. Dobbiamo tutti essere più obiettivi, aspettare e far adattare i ragazzi. Poi il campo è il giudice».

Motivazioni. «Non posso sapere cosa faranno loro. Io so che la Lazio ha cercato di recuperare le energie mentali. Ieri ci siamo allenati discretamente, abbiamo la rifinitura di oggi, mi auguro che domani sia una grande partita». 

Infermeria. «Dobbiamo valutare Bastos. Luiz Felipe non può essere tra di noi, poi cercheremo di aggiungere i nuovi per fargli conoscere i movimenti della squadra». 

Acquisti. «Con Hoedt e Pereira mercato chiuso? Penso che sia chiuso qui, ma la concentrazione ora non è sul mercato, ma sulla gara di domani». 

Arrivi. «Pereira è un giocatore importante, può alternarsi tra il centrocampo e il ruolo di seconda punta, l'ha fatto in carriera. Uno di qualità, dovrà inserirsi in un gruppo rodato, sono fiducioso».

Ultimo aggiornamento: 17:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA