Lazio, contro DiFra subito il primo derby Champions

Domenica 25 Agosto 2019 di Alberto Abbate
C’è aria di derby sotto la Lanterna. L’ultimo (insieme al ko col Porto) a Roma, a Di Francesco costò la panchina. Adesso l’ex giallorosso allena la Sampdoria e cerca subito la sua personale rivincita: «Per me sarà una grande emozione e, questo, al netto delle esperienze già avute. Sarà difficile affrontare una squadra importante come la Lazio alla prima giornata. Ha pochi difetti, ha cambiato pochissimo ed è migliorata». Inzaghi conferma e firma: «Sono soddisfatto del mercato, anche se come ogni anno ai nastri di partenza, in una ipotetica griglia, tutti ci mettono dietro. Questo per noi è l’anno zero, ho detto ai miei ragazzi che non devono più guardare a quanto già fatto e vinto, stavolta vogliamo la Champions. Ecco perché dobbiamo prenderci subito la vittoria al debutto». Per la sesta volta (due vittorie per parte e due pareggi) nella storia della Serie A al ‘Luigi Ferraris’ contro il club blucerchiato. L’ultimo precedente risale al campionato 2010-2011, quando i liguri s’imposero per 2 a 0 sulla banda di Reja. Stavolta però le statistiche d’Inzaghi e Di Francesco invocano almeno una tripla. 

SEGUI LA DIRETTA

S’erano lasciati all’Olimpico lo scorso 2 marzo. Inzaghi trionfò nella stracittadina con un secco 3 a 0 e spinse Di Francesco verso l’ormai inevitabile esonero. Grazie a quel successo, su sette confronti, Simone può vantarne uno in più nel curriculum. Stasera vincerà chi riuscirà però di nuovo a subire un gol in meno. Solo una sfida (Lazio - Roma 0-0 dello scorso 15 aprile 2018) è terminata a reti inviolate, almeno 3 (media di 2,66) segnate nelle altre. Ecco perché forse con l’esperienza Inzaghi un po’ si copre: a sorpresa ecco Luiz Felipe con Acerbi e Radu dietro. Vavro non è ancora pronto, deve inserirsi tatticamente meglio, così in campo negli 11 potrebbe esserci solo un nuovo acquisto: Lazzari fasciato sulla fascia, sull’altra Lulic, dal momento che manca pure ancora il transfer Fifa (non c’è infatti il suo nome nella lista consegnata alla Lega, presenti invece Wallace e Durmisi) per Jony. A centrocampo Parolo è in vantaggio su un infastidito Cataldi per sostituire l’acciaccato Leiva, comunque convocato insieme a Caicedo dopo l’ultimo allenamento. Milinkovic e Luis Alberto mezzali dovranno illuminare l’attacco, su Correa-Immobile davanti nessun dubbio. Il loro genio e l’aggressività saranno fondamentali per centrare il primo colpo: «La Samp avrà un pubblico caldo dalla sua parte – chiosa Inzaghi - ma noi vogliamo esordire con un successo e poi affrontare la Roma nel miglior modo. E’ un inizio impegnativo, ma io sono pronto». Lo sono anche i tifosi che, dopo aver sottoscritto oltre 19mila abbonamenti, ieri alle 12 erano già in fila per il primo giorno di vendita per il derby ai botteghini. Boom, polverizzati in poche ore addirittura quasi 5mila biglietti biancocelesti. Il primo settembre si preannuncia il tutto esaurito a questi ritmi, speriamo con tre punti già incassati a Marassi. Ultimo aggiornamento: 17:57


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il percorso ad ostacoli dei turisti della Capitale

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma