Lazio, Inzaghi lancia le nuove primarie a destra

Lazio, Inzaghi lancia le nuove primarie a destra
di Alberto Abbate
2 Minuti di Lettura
Martedì 6 Marzo 2018, 07:30

Il turnover ci sarà, ma Inzaghi non sa ancora con chi lo farà. Il problema maggiore riguarda di nuovo la fascia destra, dove Marusic è quasi out (si teme uno stiramento), Basta sente tirare la coscia e ha paura. Entrambi oggi verranno sottoposti agli esami strumentali del caso. Caceres è già stato controllato sabato, il flessore sembra ok, ma l’ultima parola spetterà ai medici. Eliminati questi dubbi, il tecnico poi dovrà scioglierne altri. Il domandone principale è lì davanti: rischiare subito il diffidato Immobile con la Dinamo oppure risparmiarlo e avere la certezza di poterci contare per un eventuale e complicato ritorno a Kiev? Nel frattempo, in attesa delle prime prove odierne, Caicedo e Nani scalpitano per un posto da titolare. Felipe è favorito nel ruolo di trequartista in Europa, Luis Alberto è già proiettato alla sfida di campionato di domenica contro il Cagliari. Dove potrebbero ritornare anche de Vrij e Radu in difesa: domani spazio a Bastos e Wallace ai fianchi di Luiz Felipe. A centrocampo in rampa di lancio, Murgia, dovrebbe far rifiatare uno fra Parolo e Milinkovic. Appesantiti con Leiva dalla doppia sfida con Milan e Juve, che sta segnando un’altra minicrisi. Più dei gol e dei risultati, che del gioco. Ma senza il passaggio del turno né i punti, non è poco.
CLASS ACTION
In realtà a Formello se la prendono con la sfortuna e le ingiustizie arbitrali. L’intervento da rigore di Benatia, proprio su Leiva, non ravvisato da Banti, ha riaccelerato la class action. Sabato ci saranno altre due postazioni per la raccolta delle firme, ma fra oggi e domani – come previsto dal Codice del Consumo – verrà già inviata all’Aia la previa diffida di contestazione. A questo punto, menomale che dopodomani sera la Lazio non avrà a che fare con il Var. Sarà invece lieta di poter dedicare un minuto di silenzio – disposto dalla Uefa – per ricordare Davide Astori, tra l’altro compagno d’Immobile e Parolo in Nazionale, nel giorno del suo funerale.
PUBBLICO
Anche la Nord pronta a ricordare il capitano viola sugli spalti. Il responsabile marketing Canigiani si augura siano gremiti, con le promozioni biancocelesti per la festa della donna: «Loro potranno assistere alla gara acquistando un tagliando a soli €5 nei settori Curva e Distinti e di €10 in Tribuna Tevere ed in Monte Mario. Speriamo nella giusta risposta». Si giocherà alle 21.05, ma nonostante l’orario potrebbe complicare l’afflusso lo sciopero indetto dal sindacato Usb a livello nazionale. A rischio i mezzi ATAC, bus, tram e metro, oltre a quelli Tpl in periferia. Il servizio sarà comunque assicurato durante le due fasce di garanzia: fino alle 8,30 e dalle 17 alle 20. Per chi raggiungerà l’Olimpico in macchina, nessuna scusa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA