Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Lazio, Inzaghi: «Giusto che ci siano aspettative su di noi. Mercato? Ci pensa il ds»

foto ROSI
di Valerio Cassetta
2 Minuti di Lettura
Sabato 3 Ottobre 2020, 15:19

Alla vigilia della partita dell’Olimpico contro l’Inter, Simone Inzaghi fa il punto della situazione in casa Lazio in conferenza stampa. Diversi i temi toccati dal tecnico biancoceleste, dal mercato all’emergenza sanitaria:

Partenza. «Siamo agli inizi, ci sono subito questi due scontri diretti, veniamo dalla gara di mercoledì con l’Atalanta con errori che non possiamo permetterci domani. Sicuramente con l’Inter dovremo fare di più e meglio».

Arrivi. «Manca ancora  l’allenamento di oggi, ma Fares sarà convocato. Sta crescendo perché la sua preparazione non era adeguata».

Strategia. «La gara dovrà essere perfetta. L’Inter è una squadra fisica e tosta da affrontare. Ha un ottimo allenatore e tanti giocatori da ruotare, il livello di concentrazione dovrà essere alto».

Scelte. «Ho giocatori da valutare e bisogna vedere come hanno recuperato Immobile e Caicedo, e come sta Correa. Ho dei ballottaggi».

Fase offensiva. «Abbiamo segnato tanto con Ciro (Immobile, ndr), ma anche con gli altri. Mercoledì potevamo segnare di più, ora miglioriamoci di partita in partita. Giusto che ci siano le aspettative, siamo tornati in Champions, ma dobbiamo andare al di là dei problemini, degli infortuni».


Mercato. «Non parlo dei giocatori che non sono qui, il ds Tare lavora sul mercato 24 ore al giorno. Spero solo si possa chiudere al più presto per avere tutti concentrati qui». 

Emergenza sanitaria. «Sapevamo dell’impennata di casi e così è stato. Le autorità e il Governo sanno muoversi meglio, bisogna stare tranquilli, cercare di prendere le precauzioni necessarie e sperare che vada tutto bene».

© RIPRODUZIONE RISERVATA