Lazio, Immobile tra rigori e record: «Meritavamo di più, ma la mentalità è quella giusta»

Mercoledì 2 Dicembre 2020 di Valerio Cassetta

Un rigore per sognare gli ottavi di finale. Un rigore per battere un altro record. Ciro Immobile spiazza Burki e la Lazio pareggia in casa del Borussia Dortmund. La rete dell’attaccante vanifica il vantaggio di Guerreiro e consente ai biancocelesti di fare un altro passo verso la qualificazione. La prossima settimana contro il Bruges all’Olimpico basterà non perdere per passare il turno. Intano, Immobile mette a segno il penalty numero 39 da quando veste la maglia della Lazio. Dietro di lui Giuseppe Signori, superato in questa speciale classifica domenica scorsa dopo la rete contro l’Udinese. Non solo: il vincitore della Scarpa d’Oro è il giocatore che ha trasformato più rigori nei cinque maggiori campionati europei: in totale 11, tre in più rispetto a Cristiano Ronaldo della Juventus.

COMMENTO
«Devo dire che abbiamo fatto un primo tempo non alla nostra altezza, però abbiamo tenuto il campo e per un errore su disimpegno abbiamo preso il gol», l’analisi di Immobile a SkySport. «Siamo stati bravi a reagire, mi sono piaciuti tanto gli ultimi 20 minuti in cui abbiamo cercato di vincerla in tutti i modi e prenderci già da oggi la qualificazione - continua l’attaccante -. Ci prendiamo comunque il punto e la grande prestazione del secondo tempo. Sono soddisfatto, anche se meritavamo di più. Per fortuna è arrivato il pareggio, la sconfitta sarebbe stata una beffa. La mentalità è quella giusta, da grande squadra che vuole vincere sempre».

Ultimo aggiornamento: 23:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA