Lazio, Immobile: «Sono più carico che mai. Vogliamo la Champions»

Lazio, Immobile: «Sono più carico che mai. Vogliamo la Champions»
di Valerio Marcangeli
4 Minuti di Lettura
Martedì 6 Dicembre 2022, 23:55 - Ultimo aggiornamento: 23:56

Tra una doppia seduta e l’altra Immobile lancia su Sportitalia la sua moneta digitale sulla piattaforma Starcks. Dopodiché esprime la sua gioia anche con i cronisti presenti: «Segnare vale sempre il doppio, soprattutto quando i gol portano alle vittorie. Questo progetto nasce da un po’ di tempo con degli amici e siamo felici di lanciarlo oggi e di essere il primo». Poi passa all’infortunio: «È stata dura, non ero mai stato così tanto tempo fermo, saltare sette gare senza dare il mio contributo mi ha fatto male. Ora però sono a più carico che mai, stiamo lavorando benissimo e ora andremo in Turchia dove faremo un paio di amichevoli».

Le parole del capitano della Lazio

Sul ritiro: «Staremo qualche giorno per mettere benzina nelle gambe ed essere pronti per questa strana ripartenza di campionato. I test in tutto saranno tre, due in Turchia un’altra non so quando e dove, ma l’idea del mister è quella. C’è questo centro bellissimo che ci ospita, partiremo lunedì. Sarà giusto andare lì anche se a Formello stiamo lavorando bene, come se fosse un nuovo Auronzo. Poi Roma non è una città fredda, ha un clima che permette di allenarsi bene».

Obiettivi personali e di squadra

Sulla rincorsa a Osimhen e gli obiettivi: «Purtroppo saltando le partite mi viene difficile stargli dietro, ma vincere la classifica marcatori. L’anno scorso c’era Vlahovic, ora Osimhen, ma quello che mi preme di più è continuare così in campo, stiamo facendo un campionato importante e quello che forse ci ha penalizzato un pochino è stata l’Europa League. Volevamo andare avanti e per qualche errore di troppo non ci siamo riusciti. L’obiettivo stagionale resta la Champions, lo abbiamo detto dall’inizio perché è il prossimo step per crescere. Se lo scorso anno sei finito in Europa League ora devi andare in Champions».

Il rapporto con la società e Sarri

Poi sul futuro e Sarri: «Ho un rapporto con il presidente Lotito e con la società che è davvero il massimo che un giocatore possa avere. Ora ho un contratto di altri tre anni, finché starò bene e riuscirò a dare tutto per questa maglia io vorrò restare qui. Poi se un giorno vorrò fare una scelta diversa, anche di vita ne parleremo assolutamente con grande sincerità come abbiamo sempre fatto. In questo momento mi sto focalizzando soprattutto su quello che sto facendo in campo e quello che posso dare, visto che sono il capitano, a questa società anche dopo se a loro farà piacere ovviamente. Sarri? Non ho mai visto una persona avere più passione nel calcio del mister. È diverso da Inzaghi, con lui abbiamo cambiato molte cose. Ha dedicato, dedica e dedicherà la sua vita al calcio. Anche il presidente lo dice sempre».

Nazionale e Juventus

Infine sulla Nazionale: «Per me vestire la maglia della Nazionale è sempre uguale con qualsiasi modulo. Ho sempre dato la massima disponibilità e negli ultimi tempi mi sono fermato giusto per qualche infortunio». E sul caso Juventus: «Devo dire che sto leggendo alcune cose, ma non mi sto interessando. Ho letto dei possibili punti di penalizzazione che interessano perlopiù ai tifosi, ma non sono entrato nel tecnico. Si staranno valutando delle cose per dare eventualmente delle sanzioni».

Video

© RIPRODUZIONE RISERVATA