Lazio, Inzaghi cerca un colpo Champions. Tare punta Lopes

Sabato 14 Luglio 2018 di Emiliano Bernardini
4
Pronti, partenza, via. La Lazio questo pomeriggio volerà ad Auronzo di Cadore per cominciare il ritiro. Il terzo della gestione Inzaghi. Il tecnico fa la conta degli uomini e riflette. La panchina si è allunga e anche migliorata dal punto di vista qualitativo: colmato il buco de Vrij con Acerbi, giocatore fortemente voluto da Inzaghi. Preso il secondo portiere, Proto (l’anno scorso praticamente non c’era). Migliorato il centrocampo con l’arrivo di Berisha. Un giocatore di temperamento che può agire sia da centrale sia sulla sinistra. Corsia puntellata anche dall’arrivo di Durmisi. E poi c’è Sprocati. Un giovane in prova. Una scommessa. Così come lo fu lo scorso anno Luiz Felipe. Eppure a leggere bene le espressioni, Simone tradisce qualche pensiero di troppo. 

PISTA MONEGASCA
La lotta per la Champions si è fatta più dura: Napoli, Inter e Roma son sempre lì ma più forti. Colmare il gap con la Juventus è impossibile ma serve uno sforzo in più per giocarsela alla pari con le altre. La sola forza del gruppo non può bastare, servono uomini che siano in grado di fare la differenza. L’addio di Felipe Anderson seppur ampiamente concordato ha aperto un buco da quel lato. L’obiettivo principale del tecnico è il Papu Gomez. Un vero e proprio pallino visto che anche lo scorso anno lo aveva chiesto a gran voce, senza però essere ascoltato. Il ragionamento è molto semplice: l’argentino ha 30 anni e costa circa 15 milioni, Tare per quelle cifre cerca un giocatore più giovane che possa diventare un craque da rivendere. A questo Inzaghi non vuole rassegnarsi. Il ds biancoceleste negli ultimi giorni ha fatto perdere le sue tracce: è in giro per acquisti. E’ alla ricerca del sostituto di Felipe Anderson. Punta un giocatore che possa, all’occorrenza, fare anche il trequartista. Qualcuno sussurra che abbia già chiuso un colpo, possibile annuncio tra martedì e mercoledì. Tanti i nomi ipotizzati: l’ultimo in ordine di tempo è quello di Rony Lopes del Monaco. I canali con il club monegasco si sono aperti alla grande nella passata stagione grazie al super procuratore Mendes e all’affare Keita. 

ABBONAMENTI AL TOP
Brevilineo, nato in Brasile nel 1995 (ha passaporto portoghese), Lopes è un’ala destra naturale ma sa giocare anche dal lato opposto e si muove bene pure da trequartista. Un jolly. Proprio quel tipo di giocatore che piace tanto a Tare. Nella passata stagione ha giocato 38 gare nella Ligue 1 segnando 15 gol e confezionando 7 assist. Come biglietto da visita può vantare anche 65 presenze e 21 gol con le nazionali minori lusitane. Costa 28 milioni e ha un contratto in scadenza nel 2020. Restano sempre sull’agenda i nomi di Luan del Gremio (anche se il ds dei brasiliani ha smentito contatti) e di Rafinha del Barcellona. E poi c’è sempre la questione Milinkovic a turbare i sonni di Inzaghi. Impossibile trovarne uno identico se dovesse partire. Chiaro che senza il serbo, Felipe e De Vrij a livello qualitativo qualcosa si perde ed è per questo che Tare e Lotito lavorano ad un grande colpo che porti ancora più entusiasmo. Duemila abbonamenti in 48 ore testimoniano la voglia dei laziali di essere protagonisti. In difesa occhio a Fagner del Corinthians ma solo in caso di addio di uno tra Basta e Patric.  Ultimo aggiornamento: 10:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA