Lazio, a Formello si rivede Fares ma Sarri punta Parisi e Valeri per la fascia sinistra

Nell’allenamento di ieri si è rivisto in campo Fares ma il tecnico biancoceleste ha messo nel mirino i giocatori di Empoli e Cremonese per l'out mancino

Lazio, Sarri punta su Parisi e Valeri per la fascia sinistra
di Valerio Marcangeli
3 Minuti di Lettura
Giovedì 17 Novembre 2022, 12:01

Prosegue il programma di allenamenti della Lazio durante la sosta. I biancocelesti scenderanno in campo ancora per altri tre giorni. Sabato, come rivelato pure da Sarri, ci sarà il rompete le righe che durera fino al 30 novembre, quando i calciatori saranno chiamati a svolgere le visite per le valutazioni fisiche. In un momento apparentemente tranquillo però, è previsto un nuovo confronto tra il tecnico, Lotito e Tare per capire se si potrà rinforzare la squadra o meno nella prossima finestra di mercato.

Sarri e l'idea sul mercato

Dal canto suo l'allenatore biancoceleste non si è nascosto molto sul suo punto di vista in merito alla finestra invernale di scambi: «Vedendo quello che ha fatto la Lazio negli ultimi anni mi sembra che a gennaio non ci siano stati numerosi arrivi, a volte nessuno. Durante la sosta parleremo col presidente e il direttore e capiremo le intenzioni. Poi non mi interessa questo gossip calcistico». Non gli interesserà il gossip al Comandante, eppure «un paio di idee» se le è fatte su dei possibili ritocchi che andrebbero apportati alla rosa, su tutti il terzino sinistro.

Si rivede Fares, ma gli obiettivi sono Parisi e Valeri

Nell’allenamento di ieri a Formello si è rivisto Fares, ma al momento non è da considerare di certo la prima scelta per l’out mancino. Il franco-algerino tra l’altro è appena rientrato dalla seconda rottura di un crociato, stavolta quello del ginocchio destro, perciò avrà bisogno di tempo per riprendere ritmo. Ecco perché Sarri farebbe volentieri un tentativo per due giovani che si stanno mettendo in mostra in Serie A. Uno ormai è una certezza, ovvero Parisi, titolare dell’Empoli convocato da Mancini con l’Italia.

Il numero 65 dei toscani è quel terzino mancino capace di fare la voce grossa in entrambe le fasi. In 15 presenze stagionali finora ha già trovato 2 gol, ma soprattutto regna in Serie A per i duelli vinti sul terreno di gioco, ben 82, ai quali aggiunge una precisione di oltre il 75% nei passaggi. Precisione che scende con Valeri della Cremonese al 61%, così come i duelli di campo (34), ma l’ex vivaio biancoceleste oltre ad essere già andato a segno quest’anno è un obiettivo concreto. Servirebbero circa 10 milioni al momento per lui e 5 in più per Parisi. Ruolo difensivo, ma attitudine offensiva: ecco i terzini che vuole Sarri. Ora però bisognerà convincere Lotito a investire di nuovo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA