Lazio-Empoli 3-3, le pagelle: Milinkovic decisivo (7,5), Immobile sfortunato (6)

Milinkovic (7,5) il migliore in campo, Pedro (5) sottotono. Vicario (7) e Bajrami (7) trascinano i toscani.
di Alberto Abbate
4 Minuti di Lettura
Giovedì 6 Gennaio 2022, 17:18 - Ultimo aggiornamento: 7 Gennaio, 08:52

PAGELLE LAZIO

STRAKOSHA 5: Sbaglia un'uscita dietro l'altra. Deleteria, in ritardo e folle, la prima, che provoca il rigore su Di Francesco. Bell'addormentato. 

HYSAJ 5,5: Fa un retropassaggio scomodo sul rigore toscano. Poi avvia un bel contropiede, che porta all'incrocio di Felipe Anderson. Impreciso.

LUIZ FELIPE 5: Fa più di intervento provvidenziale in scivolata al centro, ma poi si lascia schernire sotto le gambe da Marchizza nel secondo tempo. Ingenuo.

ACERBI 6: Salva a porta vuota su Henderson, poi si ferma di nuovo al 24' in uno scatto. Esce ancora fra gli insulti della Nord. Stirato. 

MARUSIC 5,5: Tiene e spinge col fisico. Pure lui soffre qualche imbuca in apertura e sparisce sul terzo gol subito. Carrarmato.

MILINKOVIC-SAVIC 7,5: Settimo assist al bacio per Immobile, ma non solo. Lotta, ci prova dalla distanza, segna un meraviglioso volo. E nel recupero trascina la Lazio con una capocciata al pareggio. Salvatore. 

CATALDI 5,5: Si becca subito gli applausi per un recupero e il dinamismo, ma poi va nel panico lì in mezzo. Rimane a metà strada sul raddoppio. Confuso. 

LUIS ALBERTO 5,5: Forse meglio quando entra a gara in corso. Inutili i corner e i giochi di prestigio, sciupa quasi un contropiede di tacco e litiga con l'arbitro. Nervoso.

FELIPE ANDERSON 7: E' una macchina, sgomma avanti e indietro. Colpisce l'incrocio, sforna un milione di cross: per Milinkovic è decisivo, Immobile sciupa quello del rigore conquistato. Rigenerato.

IMMOBILE 6: E' il solito cecchino della Befana, mette un'altra caramella di testa, ma poi si fa ipnotizzare da Vicario e rovina la festa. Sfortunato.

PEDRO 5: Non è in giornata, sbatte sugli avversari di continuo. Si divora il gol tutto solo a inizio secondo tempo. Sostituito.

PATRIC 5: Si dimentica Di Francesco tutto solo al centro, poi prova a riscattarsi con un braccio sul fronte d'attacco. Furbetto.

LEIVA 6: Calcia alle stelle. L’Empoli si chiude e tenta di colpire in contropiede, si allungano le distanza da coprire. Resistente.

ZACCAGNI 6,5: Invoca un rigore per uno sgambetto di Marchizza, è prezioso in copertura. E soprattutto nel recupero col traversone per Milinkovic in area. Furetto.

LAZZARI NG

SARRI 5,5: Pronti, via urla: “Andiamo”. Forse ha un brutto presagio. Ed è sempre lo stesso: troppi gol subiti e tutto diventa troppo complicato. Non basta l'attaco. Gli episodi non lo aiutano così come lo sbilanciamento per trovare almeno il pareggio.

PAGELLE EMPOLI

VICARIO 7: Prende tre gol, ma fa almeno altrettante parate decisive, su tutte il rigore di Immobile all’87.

STOJANOVIC 6: Tanta corsa, ma anche interessanti doti tecniche. Il terzino sloveno si comporta bene con Pedro, mentre soffre di più con l’ingresso di Zaccagni.

ISMAJLI 5,5: Si perde spesso gli attaccanti avversari all’interno dell’area di rigore.

LUPERTO 5: Stesso discorso del compagno di reparto, con l’aggravante che all’86’ stende Immobile in area con una gomitata eccessiva.

PARISI 6: Ci mette un po’ a prendere le misure a Felipe Anderson, ma pian piano si scioglie. Sul più bello però il flessore lo costringe ad uscire. (Al 33’ Marchizza 6,5: pronti via prende subito il giallo, ma cresce durante il match confezionando l’assist per il momentaneo 2-3 di Di Francesco).

ZURKOWSKI 6,5: Tanto dinamismo, segue bene l’azione e all’8’ si va trovare pronto a rimorchio per il raddoppio dei suoi. (Al 46’ Bandinelli 6: subentra in un momento in cui serve maggiormente difendere, ma fa il suo dovere).

RICCI 6,5: Anni pochi, personalità tanta. Il numero 28 dell’Empoli si comporta ottimamente da schermo davanti alla difesa, ma non sfigura neanche nelle verticalizzazioni. (Al 73’ Viti 6: dà il suo contributo in un momento di assalto della Lazio).

HENDERSON 6: Atteso sulla trequarti, alla fine viene schierato come mezzala. Non si mette in evidenza, ma il suo apporto è comunque sufficiente.

BAJRAMI 7: Andreazzoli lo manda in campo dal 1’ e il numero 10 non tradisce. Segna il vantaggio su rigore e il vantaggio nasce da una sua conclusione pericolosa. (Al 62’ Stulac 5,5: lecito aspettarsi qualcosa in più in fase di copertura dal numero 5).

DI FRANCESCO 6,5: L’ex Roma è sempre vivo durante il match e al 75’ viene premiato dal gol del momentaneo 2-3.

LA MANTIA 6: Non ha grandi occasioni, ma si fa valere nello scontro fisico con i difensori avversari. (Al 73’ Pinamonti 5,5: non gli arrivano palloni giocabili con la Lazio riversata in attacco).

ANDREAZZOLI 6,5: Il suo Empoli come spesso accaduto quest’anno si presenta a testa alta contro un avversario più qualitativo rischiando anche di trovare i tre punti. Anno nuovo, vecchie abitudini.


GUIDA 5: Vede bene la gamba di Strakosha sul piede di Di Francesco. Ma poi tira fuori cartellini a casaccio. Ed è incredibile ciò che, insieme al Var, combina al 78': gol dato a Patric e poi annullato. Cinque minuti di confronto con Banti per un episodio semplicissimo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA