Lazio: torna Immobile ma si fermano Patric e Zaccagni. Cataldi: «Col Monza sarà combattuta»

Il centrocampista ai canali del club: «Il derby ci lascia la consapevolezza che riusciamo a portare a casa il risultato giocando anche in un modo diverso dal nostro solito»

Lazio: riecco Immobile, ma si fermano Patric e Zaccagni. Cataldi: «Col Monza sarà combattuta»
di Valerio Marcangeli
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 9 Novembre 2022, 17:26

Pomeriggio agrodolce per Sarri a Formello. Il tecnico ha finalmente riabbracciato in gruppo Immobile oltre al giovane Bertini, ma ha perso altri due profili importanti. Uno è Zaccagni, fermatosi per un trauma distrattivo al polpaccio destro e Patric, ancora ai box per dei fastidi al ginocchio. Lo spagnolo stringerà i denti fino a domenica per poi tirare il fiato, ma a questo punto perde quotazioni per una possibile partenza dal 1’ domani. L’ex Hellas invece tenterà un insperato recupero in ottica Juventus anche se il tempo stringe per un infortunio per il quale servirebbe una settimana abbondante per tornare a disposizione.

Le probabili scelte di Sarri

Almeno il Comandante ha potuto godersi il ritorno di Immobile, ma il capitano difficilmente verrà schierato da titolare col Monza. In base alle prove tattiche svolte a Formello, come al solito Sarri punterà sul 4-3-3. Tra i pali toccherà a Provedel. In difesa potrebbe esserci un solo cambio rispetto al derby con Hysaj che scalpita per una chance al posto dell’acciaccato Lazzari per chiudere il quartetto con Casale, Romagnoli e Marusic. A centrocampo tornerà Milinkovic e non è da escludere un terzetto tutto qualità con Cataldi e Luis Alberto, questi ultimi rispettivamente in vantaggio su Marcos Antonio, Vecino e Basic. Davanti con Zaccagni out e Immobile non al 100%, toccherà a Pedro stringere i denti. Lo spagnolo si sposterà a sinistra nel tridente offensivo. Al centro ci sarà ancora Felipe Anderson mentre a destra Cancellieri è avanti rispetto a Romero.

 

Le parole di Cataldi

Intanto dopo le belle dichiarazioni post derby, Cataldi è tornato ancora sulla sfida di domenica: «I giorni dopo ho dormito sereno rispetto alle precedenti notti, ho riposato bene. Il derby - rivela ai canali ufficiali del club - ci lascia consapevolezza che anche non giocando come sappiamo riusciamo comunque a portare a casa il risultato. Lo spirito di gruppo ha fatto sì che anche in una partita sporca, di contrasti e aggressività, abbiamo fatto bene». Poi sul prossimo avversario: «Mi aspetto una gara combattuta. So come lavora Raffaele (Palladino, ndr), ci conosciamo e l’ho sentito subito dopo che ha preso l’incarico da allenatore. So che ragazzo è e come lavora. Sarà difficile. Non verrà per proteggersi, ma è uno che sa il fatto suo. Mi aspetto sicuramente una partita complicata».

© RIPRODUZIONE RISERVATA