LAZIO CALCIO

Lazio, nervosismo e condizione fisica imbarazzante: Lotito nello spogliatoio chiede spiegazioni

Domenica 12 Luglio 2020 di Emiliano Bernardini
4
La rabbia che non si è minimamente fatta vedere in cambio è comparsa magicamente nello spogliatoio a fine partita. Più di qualcuno ha alzato la voce. Indice puntato contro Strakosha per l’uscita che è costato il ko. Tra l’altro aveva commesso un errore simile a Bergamo contro l’Atalanta. Il sogno si è trasformato in un incubo. Ora è la frustrazione a farla da padrone. Difficile accettare quello che sta succedendo. Lo scudetto volato via e una Champions da difendere. La Lazio è sparita. Dissoltasi nei mesi in cui è rimasta chiusa in casa. Tanto nervosismo a tal punto che Acerbi avrebbe anche risposto male al direttore sanitario Pulcini. Tutto risolto con un abbraccio nello spazio di pochi minuti. Silenzio immediato quando nello spogliatoio è comparso Lotito. Il presidente si è detto molto arrabbiato per il crollo della sua squadra. Con toni pacati ha chiesto spiegazioni sul perché interrogando anche chi di dovere sulla preparazione atletica e la nutrizione. E non è escluso che in settimana potrebbe già prendere qualche provvedimento. 

FORMA E NUTRIZIONE
D’altronde si è battuto in prima persona per far riprendere il campionato ma al momento di rispondere presente la sua Lazio lo ha tradito. Fa discutere la gestione degli infortuni. Troppi. Poco tempo per recuperare e Inzaghi che chiede continui straordinari. «Leiva e Cataldi in un altro momento non avrebbero mai giocato» ha dichiarato più volte. Giocano praticamente sempre gli stessi 9-10. La mancanza di alternative poi fa tutto il resto. Non tutti sono all’altezza. Tanto che lo stesso tecnico ha già lanciato un messaggio per il futuro: «Per fare la Champions dovremo fare certe scelte e serviranno sicuramente molte rotazioni». Tradotto la prossima stagione bisognerà allungare la panchina aggiungendo qualità. L’altro dato che fa riflettere è la preparazione fisica. Diciamolo francamente i biancocelesti con tre gare a settimana hanno sembra sbagliato ma adesso si sono proprio fermati. Quella di Inzaghi è l’unica ad essere uscita così a pezzi dal lockdown. Impensabile che una delle migliori formazioni abbia avuto un calo così netto di rendimento. E ci s’interroga anche sui metodi di nutrizione.

MOTIVAZIONI
E poi mancano proprio le motivazioni. Più di qualcuno ha completamente mollato. Si vede da come corre e dalla mancanza di rabbia nei momenti difficili. Immobile (che su instagram ha risposto duramente agli haters che insultavano la sua famiglia) ha smarrito la via del gol, troppo nervoso. C’è chi si lamenta di non avere mai riposo e chi invece ritiene che la panchina non sia adeguata per lottare ad alti livelli. E poi non si può utilizzare lo stesso abito per ogni stagione. Questo è il momento delle riflessioni.  Ultimo aggiornamento: 18:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA