Lazio-Bologna, le pagelle: Nani è un fantasma, Luis Alberto colpi d’arte

Lunedì 19 Marzo 2018 di Gabriele De Bari
5
STRAKOSHA 5
Goffo sul tiro da piazza del Popolo di Dzemaili, che consente a Verdi il comodo tap-in del vantaggio. Nel recupero è reattivo su Verdi.
WALLACE 5
Fragile e impacciato, deve placcare Palacio meritando il giallo (verrà squalificato), sempre insicuro con la palla tra i piedi, una buona chiusura su Verdi nel finale di primo tempo. Temendo guai peggiori, e forse l’espulsione, Inzaghi nell’intervallo lo lascia negli spogliatoi. 
DE VRIJ 6
Non sempre attento e sicuro nel cuore dell’area, si rinfranca alla distanza.
LUIZ FELIPE 6,5
Un bel salvataggio su Palacio, pronto a calciare in porta.
MARUSIC 5,5
Deve aiutare tanto Wallace, buona gamba, costrutto così così perché si limita al compitino.
PAROLO 6,5
Una serie infinita di inserimenti, anche se non tutti andati a buon fine. Sempre nel vivo della sfida, lavora una quantità di palloni, interpretando con attenzione la doppia fase. Sfiora il gol con un destro radente, a fil di palo.
LEIVA 7
Dopo quella di Kiev firma un’altra rete, la prima in campionato, che realizza con freddezza e precisione, per rimettere le cose a posto. Oltre alla solita quantità di palloni recuperati e distribuiti con sagacia tattica. 
ANDERSON 6
Comincia a destra, poi si sposta a sinistra. Chiamato a sacrificarsi in copertura, assolve l’impegno tattico con abnegazione ma non è brillante e lucido quando deve attaccare. Nella ripresa, con l’ingresso di Lukaku, accentra la posizione, gioca tanti palloni, diventa pericoloso regalando un paio di strappi da applausi. 
LUIS ALBERTO 7
Disegna arabeschi da artista.
L’assist del pareggio è una gemma di rara bellezza, impegna Mirante con un destro da fuori. Distribuisce gioco e fantasia senza soluzione di continuità. 
NANI 4
Gioca in una posizione anomala, quasi da seconda punta, senza incidere nel match. Enucleato dal gioco, vaga per il campo senza accendersi mai. Sostituito dopo un tempo.
IMMOBILE 5,5
Nel primo tempo, sempre per questione di centimetri, non riceve mai palloni per far male. Nel secondo appare più cattivo e incisivo, minacciando Mirante in un paio di occasioni. Ma non è il goleador principe di tante partite.
BASTOS 6
Al primo intervento si prende il giallo su Palacio.
LUKAKU 5,5
Grave l’amnesia che regala al Bologna la migliore occasione del match. Solo un paio di cross interessanti nel contesto di una prova deludente.
CAICEDO NG 
La carta della disperazione nel finale di partita.
INZAGHI 5
La formazione iniziale è alquanto bizzarra e senza logica. La ridisegna nella ripresa, cambiando molto, però il costrutto è minimo. E l’ingresso di Caicedo è del tutto inutile. Due soli punti tra Cagliari e Bologna fanno scivolare la squadra al quinto posto, alle spalle dell’Inter che deve anche recuperare una gara. Il Bologna di Donadoni era reduce d 4 sconfitte esterne consecutive... Forse pesano le scorie di Kiev, di sicuro mancano brillantezza fisica e qualche idea in campo per tornare ad alta quota nella classifica.
DAMATO 5
Partita tranquilla, forse concede troppe alle perdite di tempo di Mirante, prima di ammonirlo. I tre minuti di recupero sono pochi.
  Ultimo aggiornamento: 09:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA