Immobile stringe i denti. E a Formello arriva il fondatore di Binance: «I love Lazio»

Immobile stringe i denti. A Formello arriva il fondatore di Binance: «I love Lazio»
di Alberto Abbate
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 11 Maggio 2022, 08:16 - Ultimo aggiornamento: 13:46

Gladiatore. Nasconde le stampelle e un tutore, Immobile al Foro Italico sminuisce il dolore: «Sono acciaccato, ma voglio stringere i denti e farcela per le ultime due giornate». Eppure la caviglia destra è ancora gonfia, gli fa male: non si tratta di una semplice distorsione, siamo al limite dell'infrazione. Sabato sera Ciro ha ricevuto subito un pestone da Ferrari quasi all'altezza del collo del piede. Non era il vero Ciro, nel passo, nelle movenze. È rimasto in campo sino alla fine, forse ha pure peggiorato la situazione. I medici adesso gli consigliano di stare a riposo addirittura due settimane. Di chiudere in netto anticipo la stagione, per non mettere a rischio anche la finalissima contro l'Argentina del primo giugno a Wembley con la Nazionale. Impossibile, non molla Immobile, secondo nella corsa alla scarpa d'oro e attuale capocannoniere con 27 reti davanti a Vlahovic a quota 23. Soprattutto Ciro non vuole lasciare sola la Lazio proprio contro la Juve, a tre punti dalla qualificazione in Europa League. Anche perché l'ultima (e unica) volta che i biancocelesti vinsero allo Stadium (alle 11 riapre la vendita per il settore ospiti) fu grazie a una doppietta di Immobile, il 14 ottobre 2017.

Luka Romero, confronto Sarri-Lotito

All' epoca c'era il primo Allegri sulla banchina bianconera. Lo sostituì proprio Sarri l'annata successiva. Maurizio tornerà a Torino da avversario per la prima volta, dopo l'addio burrascoso alla Vecchia Signora. La scorsa estate, la buonuscita della Juve (da 2,5 milioni) ha aiutato Lotito sull'ingaggio del tecnico con un biennale 3 milioni circa. Giovedì scorso il presidente ha finalmente offerto di nuovo il rinnovo sino al 2025, promesso ormai 5 mesi fa. Ci sarà un nuovo incontro in settimana, ma Sarri pretende ulteriori garanzie di mercato per la firma. Non a caso, sabato pomeriggio in ritiro a Formello, prima della gara con la Sampdoria, c'è stato un nuovo scambio di idee sulla rosa di fronte a Tare (multato con 5mila euro per le critiche all'arbitro Massa) e tutto lo staff. Il presidente pretende che il gioiello Luka Romero abbia più spazio, ma per l'allenatore non ha ancora il fisico per la Serie A. Il tema si riproporrà a giugno (Bourigeaud del Rennes chiama), ma già lunedì sera, qualora Immobile dovesse malauguratamente non farcela.

Il fondatore di Binance a Formello

È emergenza in attacco. Pedro è atteso oggi in gruppo, dopo un mese ai box per la riapertura della vecchia cicatrice al polpaccio. Cabral è sparito, sabato si è solo scaldato senza essere considerato. Se Felipe Anderson dovesse essere utilizzato da falso nueve, si aprirebbe un buco sull'esterno. Ecco perché Immobile ha giurato di farcela a Maurizio, anche se per un paio di giorni proseguirà con le terapie e il ghiaccio. Intanto, non si ferma nemmeno l'attività di Ciro imprenditore fuori dal campo. Ieri sera si è consumato il fatidico incontro con il fondatore e Ceo di Binance, Changpeng Zhao, a Palazzo Brancaccio, dove il centravanti festeggiò anche il suo trentesimo compleanno. Il magnate cinese ha ufficialmente dichiarato: «I love Lazio». Ora vuole conoscere anche gli altri giocatori biancocelesti, e fra oggi e domani potrebbe palesarsi a Formello. Non è esclusa la presenza di Lotito.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA