Lazio, aria di rivoluzione tra Primavera e Women. Da Fabiani alla Serie A, le riflessioni di Lotito

Lazio, aria di rivoluzione tra Primavera e Women. Da Fabiani alla Serie A, le riflessioni di Lotito
di Valerio Marcangeli
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 11 Maggio 2022, 20:35 - Ultimo aggiornamento: 12 Maggio, 18:25

Non è solo la prima squadra a impegnare la mente del presidente Lotito in questo caotico finale di stagione. Il patron tra una corsa e l’altra deve prima risolvere la questione dell’indice di liquidità per iscrivere la Lazio alla prossima Serie A. Poi trovare la via giusta da percorrere con Sarri, con il quale manca la firma per il rinnovo, ma di certo non l’intesa come sottolineato dal presidente stesso dopo la cena di gala della Lega. Finita qui? No. Perché anche per la Primavera e la Women c’è aria di rivoluzione.

Lazio, la mossa di Lotito è Fabiani: attesa la risposta entro la fine del campionato

Sono stati lunghi questi cinque mesi senza collaborare con il fidato direttore sportivo alla Salernitana, Angelo Fabiani, tanto che Lotito è pronto a riabbracciarlo. Non è certamente segreta la stima tra i due e così il patron biancoceleste ha fatto la sua mossa. Al momento non si tratta di prima squadra, ma di Primavera. Lotito è rimasto scottato dalla mancata promozione di questa stagione e starebbe pensando di affidare all’ex ds granata il comando dell’under 19 biancoceleste a quattro mani col direttore Mauro Bianchessi. L’inserimento di Fabiani sarebbe un segnale importante anche nei confronti di Tare, i quali bonus per la Primavera sarebbero terminati, in attesa di capire pure il da farsi con la prima squadra visto il contratto in scadenza nel 2023. La risposta di Fabiani è attesa per la fine del campionato di Serie A.

Lazio Women: arrivano le prime proposte per restare in Serie A, Lotito ci riflette

La delusione della Lazio Women per la retrocessione in Serie B potrebbe durare meno del previsto. La crescita della squadra di Catini non è passata certamente inosservata. Un finale di stagione che ha visto le biancocelesti risalire la china con sei risultati utili nelle ultime sette partite, aumentando così il rammarico per una prima parte di stagione da incubo con la Morace in panchina. L’approdo del professionismo nel calcio femminile però potrebbe essere l’assist giusto per mantenere la categoria. Al presidente Lotito sono già arrivate le proposte per l’acquisizione del titolo, come quella del Pomigliano. Il patron ci sta riflettendo su, anche perché il divario di investimenti tra Serie A e B è di circa 1,5 milioni di euro. In attesa di sviluppi la società ha bloccato Noemi Visentin, la rivelazione della stagione con 6 gol e la convocazione con l’u23 dell’Italia. Il rinnovo prevede un accordo fino al 2024 con contratto valido sia per il dilettantismo che per il professionismo per evitare sorprese sgradite.

© RIPRODUZIONE RISERVATA