La Samp risorge e rifila il poker al Sassuolo

La Samp risorge e rifila il poker al Sassuolo
di Marco Callai
3 Minuti di Lettura
Domenica 6 Febbraio 2022, 17:00

La Sampdoria cala il poker contro il Sassuolo e torna a respirare. Giampaolo blocca l’emorragia di sconfitte consecutive (4 prima della sosta) e rimette la squadra in carreggiata verso la salvezza. Caputo, Sensi, Conti, con un eccezionale Candreva a mettere la propria impronta in ognuna delle tre reti prima di chiudere la sua super prestazione con il rigore-cucchiaio del 4-0. Dal mercato di gennaio, soluzioni davvero importanti perché Sensi diventa immediatamente un punto di riferimento per i compagni e per il tecnico in panchina e perché Conti, come in Coppa Italia contro la Juve, entra ed è immediatamente decisivo.  Neroverdi irriconoscibili, da domani Dionisi metterà tutti sotto esame.

LA PARTITA - Giampaolo, alla prima partita a Marassi nella sua gestione bis, punta sul 4-3-1-2. E’ il nuovo arrivato Sensi la cerniera di raccordo tra la mediana e le punte Gabbiadini e Caputo. Falcone è preferito ad Audero. Unica variazione nello scacchiere di Dionisi, rispetto al pari di Torino, è l’innesto di Traorè per Harroui.

La Sampdoria preme subito sull’acceleratore. Al 5’ su azione d’angolo è Candreva a metter Caputo nelle condizioni di battere Consigli di piatto. Sassuolo stordito e colpito ancora due minuti più tardi: da Caputo a Gabbiadini, tiro respinto da Consigli ed è Sensi il più lesto a far fruttare la palla vagante. Il primo cenno di reazione degli ospiti arriva al quarto d’ora: Falcone si supera sull’incornata di Ferrari, Thorsby si immola sul successivo tentativo di Berardi.

I padroni di casa, orchestrati da un ispiratissimo Sensi, agiscono bene in ripartenza. Consigli risponde bene a Caputo in due circostanza, poi al 34’ Gabbiadini cade a terra e si infortuna gravemente. La richiesta del cambio è immediata ed è quindi il giovane Supriaha a esordire. Dopo un episodio molto dubbio nell’area degli emiliani, con atterramento di Caputo non rilevato né da Maresca né dal Var, Raspadori potrebbe riaprire la gara da posizione ravvicinata ma il suo rasoterra è respinto di piede da Falcone.

La Sampdoria mantiene l’intensità di gioco del primo tempo anche nella ripresa e il Sassuolo, pur provando a prendere in mano il comando delle operazioni, fatica a trovare spazi per gli inserimenti delle punte. Dionisi sbilancia la squadra con l’inserimento di Defrel e si ritrova castigato da Conti poco dopo l’ora di gioco. Da poco inserito al posto dello spaesato Supriaha, l’ex terzino destro del Milan fulmina Consigli con un perfetto inserimento su punizione di Candreva.  I neroverdi cercano di riaprire la partita ma Falcone è monumentale e sigilla ogni spiffero. Al 90’ Consigli stende Caputo sul lato destro dell’area. Candreva trasforma il penalty con la soluzione a cucchiaio. Giampaolo si gode la quaterna ma il cammino verso la permanenza in serie A è ancora lungo.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA