Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

La Roma ospita a Trigoria 60 società sportive della Capitale e del Lazio

La Roma ospita a Trigoria 60 società sportive della Capitale e del Lazio
di Gianluca Lengua
2 Minuti di Lettura
Giovedì 21 Aprile 2022, 20:23

Sessanta società di Roma e della Regione Lazio sono state ospitate oggi dal club giallorosso presso il Centro Sportivo Fulvio Bernardini. L'iniziativa risponde alla volontà di rafforzare il legame storico tra la Roma e le realtà che la circondano. Un legame che affonda le proprie radici nella nostra tradizione: 11 capitani della Roma su 34 provengono infatti dalla Capitale e dal territorio circostante. I rappresentanti dei 60 club sono stati accolti e salutati dal Ceo della Roma Pietro Berardi e dal General Manager dell’area sportiva Tiago Pinto.

Il meeting è stato condotto dal Responsabile del Settore Giovanile, Vincenzo Vergine. Durante l’incontro - il primo di una lunga serie, che vedrà coinvolte quante più società possibile – sono state illustrate le strategie della Roma rispetto al processo di formazione dei propri ragazzi: la collaborazione con le società calcistiche radicate a Roma e nel Lazio rappresenta un passaggio chiave nel piano di crescita del Settore Giovanile e della Prima Squadra. Gli ospiti sono stati quindi accompagnati in un tour attraverso le strutture del Centro Sportivo.

«L’iniziativa di oggi, la prima di una serie che coinvolgerà le diverse realtà calcistiche del territorio, si inserisce in un programma più ampio che è volto a rinsaldare il naturale rapporto tra l’AS Roma e Roma», ha spiegato Vergine «Con Tiago Pinto – ha proseguito il Responsabile del Settore Giovanile - stiamo lavorando a un progetto che si basa sulla condivisione di principi sia all’interno dell’AS Roma stessa, dalla Prima Squadra maschile e femminile alle diverse rappresentative del Settore Giovanile maschile e femminile, sia all’esterno tramite la relazione con le società presenti a Roma e nel Lazio. Tutti noi nutriamo il desiderio di proiettarci a livello internazionale attraverso un costante “knowledge exchange” con gli altri club europei, ma per farlo dobbiamo tenere vivo e costante il legame con la città e con le realtà che la circondano: l’obiettivo ultimo è creare le condizioni migliori per favorire il processo di crescita del calciatore, che sarà sempre al centro del nostro progetto, accompagnandolo nello sviluppo professionale e personale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA