Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Brillante, sfida alla Mirafin in coppa
Venditti: «Spingiamo sull'acceleratore»

Maurizio Venditti, allenatore della Brillante Torrino
di Diego Cappelli
2 Minuti di Lettura
Martedì 17 Gennaio 2017, 16:06

Il bilancio in campionato è di una vittoria per parte. I precedenti, però, contano zero perchè stasera Brillante Torrino e Mirafin scendono in campo per i sedicesimi di coppa Italia, primo dei due turni preliminari in vista della Final Eight di metà marzo. Si gioca in gara secca al PalaTorrino, vantaggio non trascurabile per i biancoverdi di Maurizio Venditti, anche se bisognerà fare i conti con la rabbia dei rossoblu.

VENDITTI - «Speriamo che non sia una gara tanto diversa dall'ultimo confronto di campionato - sorride l'allenatore della Brillante Torrino -. Scherzi a parte, mi aspetto più cattiveria da parte loro, quindi noi dovremo giocare ancora meglio. Non credo che partiamo favoriti, è una gara secca e la Mirafin è una squadra fortissima, che ha tanta esperienza». Preoccupano le condizioni di Gallinica, che ha già saltato il match di campionato contro l'Lpg Group Casoria. «Ha la febbre da venerdì, valuteremo in extremis». Uno degli obiettivi di Anzidei e compagni sarà quello di riscattare proprio la prova opaca di sabato scorso in terra campana. «Non dobbiamo accontentarci e smettere di spingere sull'acceleratore, altrimenti la macchina rallenta soprattutto in salita e la Mirafin, lo sappiamo, è una strada tutta in salita».

MIRRA - Dall'altra parte bisogna fare i conti con l'infortunio di Matheus Ferreira, che ne avrà per almeno un mese, ma anche con un momento non proprio felice visti i due ultimi ko in serie rimediati proprio contro Brillante e Sagittario Pratola, risultati che hanno fatto perdere terreno rispetto al vertice della graduatoria. «Purtroppo non abbiamo una rosa lunghissima - ha spiegato il presidente della Mirafin, Raffaele Mirra - sabato mancavano Ferreira e Fratini che per noi sono giocatori imprescindibili, abbiamo retto finchè abbiamo potuto. Il saldo rispetto all'andata è negativo, ma non per questo perdiamo la fiducia e siamo pronti a  giocarcela al meglio, consapevoli che la coppa ci offre una chance importante. Io ci conto, mi piacerebbe andare avanti nella competizione. La Brillante Torrino parte leggermente avanti, ma come al solito sarà il campo a esprimere il suo verdetto».

© RIPRODUZIONE RISERVATA