L'Ausonia vola con "bomber" Di Vito:
«Vogliamo fare il salto in serie D»

Lunedì 16 Settembre 2019 di Emiliano Papillo
Benedetto Di Vito Ausonia
Due vittorie su due gare del campionato regionale di Eccellenza. Sei punti e già primato in classifica sia pure insieme ad altre tre squadre. Cinque goal fatti e nessuno subito e dopo la vittoria di misura a Morolo il poker al Campus Eur. L'Ausonia del patron Alessandro Anelli sta facendo vedere a tutti che chi vuole salire in D deve fare i conti con la compagine ciociara allenata da mister Sasà Amato. Tra i protagonisti di questo eccellente inizio della squadra del cassinate, il difensore-goaleador Benedetto Di Vito, autore già di due reti.

Di Vito si racconta al Messaggero.
«Sono nato a Cassino il 1 agosto 1996  e questo è il terzo anno ad Ausonia. Prima di venire qui ho giocato tre anni a Cassino dove ho vinto campionato di Eccellenza e la Coppa Italia. Prima ancora sono stato a Fondi per tre anni giocando negli Allievi, Berretti e Prima Squadra- ha spiegato Benedetto Di Vito- Da quando sono arrivato ad oggi qui ad Ausonia ho visto molti. Al mio arrivo era il primo anno di Eccellenza per la città. Qui c'è una società giovane, solida e soprattutto ambiziosa. Quest anno il presidente Anelli ha messo in campo una buona squadra con l 'obiettivo di fare bene e se ci si riesce anche a fare in salto di categoria. Ci sono tutti i presupposti per fare bene poi l'ultima parola spetterà sempre al campo».

«Ho realizzato già due goal e sono contentissimo per questo, ma essendo un difensore non vivo di gol ma cerco di fare bene e aiutare la squadra. Ieri a causa dei tanti infortunati il mister Amato mi ha schierato leggermente più in avanti. Ma sono tre anni che ormai faccio tutti i ruoli, sono un giocatore duttile e me la cavo anche in altri ruoli oltre quello del difensore puro- ha aggiunto Di Vito- anche se sono un difensore ho sempre avuto il vizio del gol. Quando gioco terzinomi piace attaccare e spingermi in avanti. La stagione in cui ho fatto più gol è stata la prima qui ad ausonia dove ho realizzato 7 gol in campionato e 1 in Coppa Italia. Mi auguro di battere questo record. La mia caratteristica migliore come calciatore è la mia forza fisica, di certo l'arma migliore».

«L'obiettivo primario per questa stagione è quello di fare bene. Il presidente come ho già detto è un tipo ambizioso e vuole vincere. Tutti ci danno come favoriti e questo rende il tutto più difficile perché ci aspettano tutti, ma come ho già dett,o ci sono tutti i presupposti per il salto di categoria. A livello personale- ha aconcluso il difesnore dell'Ausonia- punto a dare il massimo quando vengo chiamato in causa. Abito a Coreno Ausono, a due passi da Ausonia che posso considerare il mio paese. Qui mi trovo molto bene e mi piacerebbe restare più a lungo possibile».
 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Termini, la brutta cartolina della fila chilometrica per i taxi

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma