JUVENTUS

Juve-Toro, Pirlo: «Derby significa emozioni» e ricorda il suo gol a tempo scaduto

Venerdì 4 Dicembre 2020 di Alberto Mauro
Andrea Pirlo

Pirlo è a caccia di conferma anche in campionato, dopo il 3-0 di Champions contro la Dinamo c’è un Toro ferito, che non può permettersi altri passi falsi in classifica. “Nel dentro ci sono tante emozioni, ci stiamo preparando mentalmente per fare una gara seria, vogliamo vincere. Contro la Dinamo è arrivata la risposta che cercavo, per noi stessi e per l’umore dei ragazzi. Avevano bisogno di fare questo tipo di gara. Non abbiamo subito gol - che è sempre importante-  e adesso lavoriamo con serenità. Il Toro? È una buona squadra, costruita bene e con un ottimo allenatore. Esprime un calcio propositivo, con bravi giocatori in tutte le zone del campo. Il mio gol a tempo scaduto nel derby? Fu una grandissima emozione, in dieci, riuscire a vincerla in quel modo”. 
CHIESA A MORATA - “A Federico chiedo tante cose e le sta facendo bene. E’ un bravissimo giocatore, non è facile essere catapultato dalla Fiorentina alla Juve. E’ arrivato con tanto peso sulle spalle, ci è voluto un po’ per adattarsi e ora sta crescendo. Quello che gli chiedo è di andare in area, per andare a concludere. Senza Morata squalificato cercheremo di riempire l’area con giocatori diversi, magari con delle rotazioni da fuori”.
DRAGUSIN E ALEX SANDRO - “I giovani giocano perché la Juventus ha costruito l’Under23  per sfruttarne le risorse. E’ più facile per un allenatore riuscire a mettere dentro qualche giovane. Dragusin fisicamente è fortissimo, deve crescere molto tecnicamente. Alex Sandro ha fatto una grande partita l’altra sera. Ha solo bisogno di ritrovare la forma migliore, ma ha dimostrato di essere sulla buona strada”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA