JUVENTUS

Juventus-Cagliari 2-0: Ronaldo spinge Pirlo verso la vetta

Sabato 21 Novembre 2020 di Alberto Mauro

TORINO Nella serata del debutto stagionale di de Ligt, e del ritorno in campo di Buffon a 25 anni (e un paio di giorni) dall’esordio in A, la scena se la prende sempre Ronaldo, con la doppietta che lo issa sul trono dei marcatori di A insieme a Ibra, a 8 reti, e lancia la Juve all’inseguimento del Milan. Due gol in quattro minuti per stendere il Cagliari, gol numero 60 in A dal suo sbarco nel 2018. E’ una partita dominata  e gestita dalla Juve, ma decisa dalle giocate del suo numero 7. Devastante nel primo gol, a saltare Zappa e Pisacane prima di infilare Cragno, e opportunista sul raddoppio, trasformando un colpo di testa sbilenco di Demiral in assist. Ronaldo fa la differenza, e nelle settimane senza di lui (out per Covid-19) la Juve è andata in affanno. Ma contro il Cagliari non sono arrivati solo i tre punti, si è visto anche gioco e sono improvvisamente sbocciati anche gli altri. Impeccabile de Ligt al debutto, insuperabile Danilo, ottimo l’impatto di Demiral. A centrocampo Arthur ha preso in mano il centrocampo dettando i ritmi, e si sono rivisti sprazzi del vero Bernardeschi. Mentre davanti Ronaldo e Morata hanno fatto la differenza. Il Cagliari ha faticato a passare la metà campo, pesanti le assenze di Godine e Nandez, e tre attaccanti troppo leggeri contro la Juve. Da segnalare un gol annullato a Bernardeschi, una traversa clamorosa di Demiral, unico guizzo dei rossoblù con una capocciata vincente di Klavan (costretto a uscire per infortunio), ma Maresca annulla per fuorigioco di Marin.

Ultimo aggiornamento: 22 Novembre, 00:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA