Juventus-Bologna 2-1: Pjanic segna, poi ci pensano la traversa e Buffon

Sabato 19 Ottobre 2019 di Alberto Mauro
2
Miralem Pjanic

Novanta minuti di Juve, poi brividi rossoblu nel recupero. La Juve batte il Bologna 2-1 e allunga in testa alla classifica ma nel finale rischia la beffa, dopo aver avuto almeno 4-5 occasioni nitide per chiudere la partita. Il Bologna ha la stessa tempra di Sinisa Mihajlovic - in panchina nonostante il clima umido - e rimane in partita fino al fischio finale, rischiando il colpaccio. Nel recupero infatti de Ligt respinge con il braccio un cross a mezz’altezza di Skov Olsen, ma per Irrati non ci sono gli estremi per il calcio di rigore nonostante le proteste dei rossoblu. E a tempo scaduto Santander sfiora il pareggio prima con un colpo di testa che si stampa sulla traversa, poi con una rovesciata che esalta l’istinto di Buffon. E pensare che fino al 90’ la Juve era in pieno controllo, nonostante il vantaggio risicato. La sblocca Ronaldo, al gol 701 in carriera, la riprende Danilo con un tracciante sul palo opposto imparabile. Nella ripresa la Juve accelera e Pjanic conferma il suo momento d’oro, dopo la doppietta con la Bosnia. I bianconeri non la chiudono per eccessivi leziosismi sottoporta e la bravura di Skorupski, poi nel recupero il Bologna si scatena ma si deve arrendere a una Juve che chiude coi brividi.

LEGGI LA CRONACA

 

Ultimo aggiornamento: 20 Ottobre, 00:27


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, mille guai e un miracolo: per Natale i turisti in aumento

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma