Juventus, Allegri: «Abbiamo preso CR7 proprio perché è sempre decisivo»

Mercoledì 16 Gennaio 2019
Allegri
«È stata una partita divertente con diverse occasioni. I ragazzi hanno affrontato la sfida nel migliore dei modi. È stato un buon Milan, che ci ha messo in difficoltà. Noi in undici potevamo fare meglio per chiuderla». Così Massimiliano Allegri, intervistato da RaiSport, al termine della finale di Supercoppa italiana. Il caldo ha condizionato la partita, come ha detto Ronaldo? «Era la seconda partita dopo il rientro - risponde l'allenatore della Juventus -, e abbiamo affrontato due sfide decisive. Era importante portarla a casa e soprattutto perché abbiamo giocato una partita equilibrata di testa». Cristiano Ronaldo è stato ancora una volta decisivo: è lui il valore aggiunto? «Diciamo sempre le stesse cose - sottolinea Allegri -. Lo abbiamo preso per quello, è il miglior giocatore e fa gol. Si era mosso bene anche in situazioni precedenti alla sua rete, ma tutta la squadra ha fatto una buona partita». Ma come mai la Juve non ha spinto di più quando si è ritrovata in superiorità numerica? «Più che gestire abbiamo preso tre ripartenze, c'era bisogno di allargare il campo - dice - e fare azioni come quelle del gol annullato di Dybala. Giocavamo in velocità e loro sono ripartiti. Li abbiamo rincorsi all'indietro, il Milan ha fatto una buona partita. Noi abbiamo sbagliato un pò troppo. Nel primo tempo eravamo lenti, poi comunque loro hanno cercato di fare una partita importante. Abbiamo avuto delle situazioni in cui abbiamo affrettato troppo l'ultimo passaggio». Come giudica la prova di Dybala? «Si è dato da fare, ci ha dato una mano. Poteva andare al tiro in alcune occasioni, ma lo hanno chiuso».


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il ritorno della grillina Alisia dall’Olanda a Strasburgo

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma