Juventus, Agnelli: «Dieci anni fa aveva le rughe oggi è leader»

Domenica 10 Novembre 2019
«Senza la passione, senza i piani strategici e gli investimenti di questi 10 anni la Juventus sarebbe rimasta un ricordo vivo, presente, ma pur sempre un ricordo». Così il presidente Andrea Agnelli alla consegna del premio 'Torinese dell'annò, della Camera di commercio: «Nel 2010, quando sono diventato presidente, la Juventus era una società che aveva già scritto la storia del calcio ma con qualche ruga di troppo. Oggi è leader a livello europeo, dà lavoro a quasi 900 persone, il triplo del 2010». 

«Il premio che ho ricevuto non va alla singola persona ma all'intero gruppo di lavoro che ho il piacere di coordinare. Partito da un'idea semplice: Juventus uguale calcio». Così il presidente del club bianconero Andrea Agnelli, che oggi ha ricevuto il premio 'Torinese dell'annò dalla Camera di Commercio per «la sua visione e la sua capacità imprenditoriale, - si legge nella motivazione - che gli hanno permesso di sviluppare la Juventus». «Lo ricordo anche oggi a tutti i dipendenti, su questa definizione basica si è costruito tutto il resto - ha aggiunto Andrea Agnelli -. Ci si deve far guidare dall'individuazione e dal perseguimento delle priorità, prendendo delle decisioni. Una politica portata avanti da eccellenze come Juventus, Artissima (il festival dell'arte contemporanea, ndr), che trasforma Torino in una meta mondiale, o la Reggia di Venaria, che solo 20 anni fa non esisteva».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, mille guai e un miracolo: per Natale i turisti in aumento

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma