CORONAVIRUS

La Juve si allena ma il ritiro è facoltativo. Ronaldo resta a Madeira

Mercoledì 11 Marzo 2020 di Alberto Mauro
La Juventus è una delle poche squadra di Serie A che continua ad allenarsi alla Continassa, in vista del prossimo impegno di Champions League contro il Lione, nonostante l’emergenza coronavirus e le incertezze del caso (si giocherà? E dove?). Per garantire lo svolgimento delle attività quotidiane -  vincolate dalle normative vigenti - presso il centro sportivo bianconero, in questo periodo di emergenza sanitaria la società ha introdotto il ritiro facoltativo per i giocatori, presso il JHotel. Chiunque vorrà, avrà la possibilità di vivere e dormire presso l’hotel situato a poche centinaia di metri dal centro sportivo, per limitare gli spostamenti e facilitare l’organizzazione degli allenamenti. Ad usufruirne, al momento, Federico Bernardeschi ma non solo, anche altri giocatori con famiglie lontane (tornate nei Paesi e nelle città d’origine) hanno apprezzato l’iniziativa, e trascorreranno nella stessa struttura le ore tra una seduta di allenamento e l’altra. E Ronaldo in tutto questo è rimasto a Madeira, in attesa di tornare con il primo volo disponibile.  Ultimo aggiornamento: 19:17
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani