Italia, Bonucci: «Lunedì servirà la gara della vita. Toivonen? Mi ha rotto il naso, andava espulso»

Italia, Bonucci: «Lunedì servirà la gara della vita. Toivonen? Mi ha rotto il naso, andava espulso»
2 Minuti di Lettura
Venerdì 10 Novembre 2017, 22:55 - Ultimo aggiornamento: 11 Novembre, 00:09

«Oggi c'è stato stato da penare, alla prossima partita dobbiamo imparare dagli errori fatti questa sera, quando siamo stati lenti a girare la palla. Ci sarà da battagliare, ma noi al Mondiale dobbiamo andarci, è troppo importante». Così l'azzurro Leonardo Bonucci ai microfoni della Rai dopo la sconfitta dell'Italia contro la Svezia a Solna. Il difensore è sicuro che il pubblico di San Siro darà una grossa mano all'Italia, ma «bisognerà tirare fuori tutte le nostre energie. Ci vorrà la partita della vita, con testa».

«Ho il setto nasale rotto. Dopo 30 secondi, c'è poco da dire... un arbitro con più personalità avrebbe buttato subito fuori Toivonen»: così ai microfoni di Sky Leonardo Bonucci, sfortunato protagonista della gomitata dell'attaccante svedese dopo pochi minuti dal fischio d'inizio. «Il gioco era chiaramente scorretto e il rosso ci stava tutto. Ormai è andata, penso a lunedì», conclude il rossonero.

«Sapevamo di venire a giocare una partita contro una squadra tosta e così è stata: alla fine l'abbiamo persa per un episodio e avremmo potuto vincerla per un altro episodio». Così Gigi Buffon, capitano della nazionale, inquadra lo 0-1 in Svezia. «Dell'arbitro non voglio parlare più di tanto. Ricordo che per un fallo come quello di Toivonen dopo pochi minuti Pazzini fu espulso in un Italia-Irlanda a Bari. Qualcuno avrà visto, forse abbiamo acquisito un piccolo credito ma su queste cose è meglio non piangerci addosso». Concorda un altro juventino, Andrea Barzagli: «L'arbitraggio? Non dobbiamo pensare a queste cose, siamo noi che dobbiamo darci la scossa».

© RIPRODUZIONE RISERVATA