Italia-Spagna 5-3, Chiesa: «Siamo stati squadra fino alla fine». Donnarumma «So da dove sono partito. Emozioni indescrivibili»

Italia-Spagna 5-3, Chiesa: «Siamo stati squadra fino alla fine». Donnarumma «So da dove sono partito. Emozioni indescrivibili»
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 7 Luglio 2021, 00:10

È un'altra notte magica per l'Italia quella di stasera a Wembley, dove gli azzurri hanno battutto ai calci di rigore 5 a 3 la Spagna, nella prima semifinale di Euro 2020. Una prestazione non indimenticabile dal punto di vista tecnico, ma da quello del risultato il massimo che ci si poteva aspettare in una sfida in cui la Roja ha controllato il campo quasi per tutti i 120 minuti di gioco. A fine gara sono intervenuti ai microfoni di Sky i protagonisti della partita, tra cui Donnarumma e il man of the match Federico Chiesa.

 

«Occhi lucidi? Sappiamo da dove siamo partiti e so da dove sono partito - dice l'ex capitano del Milan -. In quel momento dopo la vittoria ci sta tutto. Siamo arrivati qui con la forza del gruppo». «Erede di Buffon? Difficile superarlo, è uno dei più grandi della storia del calcio. Ma farò di tutto per batterlo». Poi una arentesi sulle emozioni: «Non si possono descrivere, è tutto incredibile. Mi passa tutto per la testa, voglio godermi il momento con i miei compagni e dedicare la vittoria a Spinazzola. Si è sentito che eravate tutto con noi. Rigore su Morata? È importante il lavoro che facciamo con i preparatori, ma lì conta soprattutto l'istinto».

El hombre del partido

Poi interviene il man of the match Federico Chiesa: «Partita difficilissima, ma siamo stati squadra fino alla fine e questo ci ha premiato - dice il talento della Juve -. Il video con papà? Mi ha fatto piacere rivederlo in questa occasione, è stato un bellissimo momento quando ho saputo che siamo stati l'unica coppia padre-figlio a segnare agli europei». Poi chiosa su Spinazzola anche lui e sull'ennesima partita da giocare a Wembley: «Abbiamo vinto anche per lui, gliela dedichiamo, purtroppo queste cose succedono. La finale? Abbiamo pochi giorni per recuperare, ma siamo pronti anche a questo. Arriveremo al massimo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA