Italia-Spagna 1-2. Gli Azzurri perdono l'imbattibilità e la finale di Nations League

Doppietta di Ferran Torres, l'espulsione di Bonucci e il gol della speranza di Pellegrini animano la gara dell'Italia di Mancini

Italia-Spagna 1-2. Gli Azzurri perdono l'imbattibilità e la finale di Nations League
di Ugo Trani
6 Minuti di Lettura
Mercoledì 6 Ottobre 2021, 15:58 - Ultimo aggiornamento: 7 Ottobre, 15:50

In finale stavolta va la Spagna di Luis Enrique che si prende la rivincita dopo il ko di tre mesi fa all'Europeo. L'Italia, invece, interrompe la sua striscia di imbattibilità durata 71 mesi e 37 partite. Si arrende (1-2) in dieci per l'espulsione di Bonucci nel finale del primo tempo e soprattutto perché le Furie Rosse confermano di giocare meglio della nostra nazionale. Fu così anche il 6 luglio a Wembley, ma ai rigori ci pensò Donnarumma che a Milano ha invece preso i fischi dei suoi ex tifosi rossoneri e due reti dai rivali. Il dato del possesso palla, superiorità del 75 per cento, basta per inquadrare il match di San Siro. Gli azzurri si sono inchinati da subito, reagendo solo nella ripresa e in contropiede.

RESA INASPETTATA

Meglio la Spagna, dunque. Meritatissima la vittoria che permetterà a Luis Enrique di tornare nello stadio milanese per affrontare la vincente di Belgio-Francia nella finale di Nations League. La sfida tra nazionali senza centravanti è stata decisa dal tridente delle Furie Rosse. Meglio Sarabia, Ferran Torres (doppietta) e soprattutto Oyarzabal di Chiesa, comunque il migliore degli azzurri, Bernardeschi e Insigne. Ma anche a centrocampo non c'è mai stata partita. L'esperienza di Busquets e Koke ha fatto la differenza nel palleggio e nell'intensità. Accanto aloro si è divertito il debuttante Gavi, 17 anni e 62 giorni (nuovo record spagnolo), capace di ricamare e combattere. Sono presto scomparsi Barella, Jorginho e Verratti, sorpresi dal ritmo dei colleghi. Mancini non ha mai visto l'Italia campione d'Europa. Impaurita e lenta, si è arresa appena entrata in campo. Ferran Torres ha colpito presto su cross di Oyarzabal che, alla fine del recupero e subito dopo l'espulsione di Bouncci, ha permesso al compagno di raddoppiare di testa. La partita è finita lì, con il risultato firmato da azioni veloci e di qualità.

SERATA NO

Bonucci ha preso in dodici minuti due ammonizioni. Inutile la prima per proteste, ingenua la seconda, alzando il gomito nello scontro aereo con Busquets. Insigne ha specato la chance più semplice sullo 0-1, la difesa, inzialmente senza capitan Chiellini, ha sbandato. male anche Donnarumma che si è in parte riscattato nella ripresa. L'Italia, lasciando sempre il pallone alla Spagna, si è svegliata nella seconda parte, spinta dalle sostituzioni di Mancini: in campo, con Chiellini, anche Kean, Pellegrini, Locatelli e Calabria. Fuori Bernardeschi, Insigne, Verratti, Barella e Jorginho. Orgoglio e contropiede per provare ad azzerare il doppio svantaggio. Chiesa non si è mai fermato: palo esterno e nel finale l'assist per il terzo gol in nazionale di Pellegrini.  Rete che non è bastata per evitare il primo ko azzurro a Milano.

Italia-Spagna, la cronaca della partita

SECONDO TEMPO

95' - Una delle ultime speranze per l'Italia per il pareggio arriva da una punizione da metà area avversaria, guadagnata da Kean

92' - Di Lorenzo chiude un'altra possibile occasione di andare a gol per gli spagnoli

90' - L'arbitro concede cinque minuto di recupero che alimentano le speranze dei tifosi di riuscire a riacciuffare il punteggio e andare ai tempi supplementari

89' - Oyarzabal ammonito per fallo

84' - Cambio per la Spagna: entra Sergi Roberto, esce Gavi

83' - Fa tutto Chiesa, tranne il gol: dopo cinquanta metri con la palla al piede, l'esterno azzurro davanti al portiere passa la palla a Pellegrini che non sbaglia e porta gli azzurri sull'1-2

81' - Anche Locatelli finisce nel taccuino dell'arbitro: ammonizione per il centrocampista dell'Italia per un fallo 

79' - Donnarumma salva con una grande parata su Marcos Alonso, evitando il tracollo dell'Italia

73' - Sostituzione anche per Luis Enrique, entra Bryan Gil ed esce Sarabia, mentre Merino prende il posto di Koke nel centrocampo degli spagnoli

71' - Giallo anche per Yeremy Pino per un'entrata su Locatelli. Mancini spende l'ultimo cambio: dentro Calabria fuori Barella

65' - Seconda ammonizione nelle fila della Spagna: giallo per Sarabia

64' - Lorenzo Pellegrini prende il posto di Jorginho nel centrocampo dell'Italia

63' - Oyarzabal dà l'illusione del gol: la Spagna non riesce a rifilare lo 0-3 agli azzurri per un soffio

61' - Altro palo per l'Italia, stavolta a colpirlo è Chiesa, ma l'esterno era in fuorigioco

58' - Doppio cambio per Mancini: dentro Kean e Locatelli per Insigne e Verratti

49' - Esce l'autore della doppietta, Fernan Torres, ed entra in campo Yeremi Pino per la Spagna

46' - Si riprende dallo 0-2 a San Siro. Azzurri di nuovo in campo con Giorgio Chiellini al posto di Federico Bernardeschi, Mancini cambia anche modulo e passa al 4-4-1 a causa dell'espulsione di Leonardo Bonucci

 

PRIMO TEMPO

47' - Sempre cross dalla destra, sempre gol di Ferran Torres. L'Italia va negli spogliatoi sullo 0-2 per la Spagna

45' - Azpilicueta ammonito, dal calcio di punizione fischiato dall'arbitro arriva una buona occasione per gli azzurri, che sprecano ancora con Insigne

42' - Espulso Bonucci: seconda ammonizione per gomitata per il capitano azzurro che lascia l'Italia in dieci

36' - Italia in crescita: non passano neanche 60 secondi e a provarci è Lorenzo Insigne, scattato sul filo del fuorigioco, che tiro troppo a lato. Niente da fare per gli azzurri

35' - Dopo una buona ripartenza dell'Italia, Bernardeschi colpisce il primo palo con un tiro angolato e chirurgico

30' - Ammonizione per Leonardo Bonucci, il capitano, per proteste nei confronti dell'arbitro

28' - Di Lorenzo devia di testa un cross che arriva dalla destra, la palla esce di poco al lato della porta della Spagna

24' - Cambio tattico per Mancini: Chiesa passa al centro dell'attacco, mentre Bernardeschi si posta a destra

19' - Neanche il tempo di gioire e gli uomini di Luis Enrique trovano un'altra grande occasione. L'Italia si salva grazie a Bonucci, ma Donnarumma è complice di una papera

18' - Sempre cross dalla destra, ma diverso copione. La Spagna passa in vantaggio grazie a un gran gol di Fernan Torres, propiziato anche dall'errore in difesa di Bastoni

13' - Sanabria da posizione ravvicinata non riesce a chiudere bene: lo spagnolo, su cross dalla destra, calcia addosso alla difesa dell'Italia

6' - Anche Alessandro Bastoni ci prova dalla distanza

5' - Federico Chiesa parte subito forte: l'esterno azzurro vicino al gol

1' - Karasev fischia il calcio d'inizio a San Siro per la semifinale di Nations League tra Italia e Spagna

Italia-Spagna, le formazioni ufficiali

ITALIA (4-3-3): 21 Donnarumma; 2 Di Lorenzo, 19 Bonucci, 23 Bastoni, 3 Emerson Palmieri; 18 Barella, 8 Jorginho, 6 Verratti; 14 Chiesa, 20 Bernardeschi, 10 Insigne. Ct. Mancini

SPAGNA (4-3-3): Unai Simon; Azpilicueta, Laporte, Pau Torres, Marcos Alonso; Koke, Busquets, Gavi; Oyarzabal, Ferran Torres, Sarabia. Ct. Luis Enrique

Video

© RIPRODUZIONE RISERVATA