Italia-Polonia 0-1: sconfitta pesante, le semifinali si complicano

Mercoledì 19 Giugno 2019 di Emiliano Bernardini
2

dal nostro inviato BOLOGNA - Ora si fa durissima. L’Europeo casalingo rischia di trasformarsi in un incubo. E pensare che dopo la vittoria con la Spagna l’euforia da notti magiche aveva contagiato tutti. La Polonia ci ha riportato a terra in maniera brusca. E’ bastato un gol di Bielek a fine primo tempo per mandarci al tappeto (pesano gli errori di Barella e Meret). Se non serve un miracolo per andare in semifinale poco ci manca: oltre alla vittoria sul Belgio con parecchi gol, sabato a Reggio Emilia, servirà anche quella della Spagna sulla Polonia.  Eppure l’inizio degli Azzurrini lasciava immaginare tutt’altra serata. Non è stato così. Poca lucidità. Non si possono buttare via così tante occasioni. Un delitto. Chiesa è un’ira di Dio ma un po’ non inquadra la porta e un po’ il portiere polacco lo mura in ogni modo prendendosi anche la palma di miglior giocatore della serata. Orsolini parte a mille, un fuorigioco millimetrico gli ricaccia in gola l’urlo del gol, poi la spalla lo costringe a dare forfait. 

TROPPI ERRORI
L’Italia dei predestinati di Di Biagio è un vino frizzante che però nella calda serata di Bologna finisce per svanire in fretta. Sono mancati gli esterni di difesa, soprattutto Dimarco che non ha azzeccato un cross e in mezzo sia Barella sia Mandragora hanno peccato di mira e personalità. L’uscita di Orsolini ha tolto anche un po’ di brillantezza alla squadra. Ma va anche detto che la fortuna non ha certo sorriso all’Italia, nel computo va aggiunto anche un clamoroso palo di Pellegrini nella ripresa. La tradizione dice che la seconda gara per noi è sempre la più difficile e così è stato. Solo che con questa formula, il ko vuol dire essere ad un passo dall’eliminazione. Sarebbe un disastro per una squadra di predestinati

LA CRONACA

 

Ultimo aggiornamento: 20 Giugno, 01:00


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma