Italia, i playoff a marzo per i Mondiali: Portogallo e Svezia tra i possibili avversari. Come funziona i gironi degli spareggi

Italia, i playoff a marzo per andare ai Mondiali: Ronaldo e Ibrahimovic tra i possibili avversari
di Benedetto Saccà
4 Minuti di Lettura
Martedì 16 Novembre 2021, 12:05 - Ultimo aggiornamento: 17:59

E, adesso, gli spareggi. L’Italia campione d’Europa da quattro mesi (non esattamente da quattro anni) si ritrova per una selva oscura. Non è riuscita a qualificarsi in via diretta per i campionati mondiali di calcio in Qatar e, ora, dovrà sperare di ottenere la promozione mediante la strettoia dei playoff. Ancora una volta – anzi: per la seconda volta di fila. Era accaduto già nel 2017, come ben sappiamo, ahinoi.

Intanto va detto che i playoff si disputeranno il 24, il 25, il 28 e il 29 marzo del 2022. Mancano quattro mesi, una settimana e un giorno. La nostra Nazionale potrebbe incontrare avversari piuttosto temibili, specie nella finale dello spareggio: tipo il Portogallo di Cristiano Ronaldo o la Svezia di Ibrahimovic (che almeno sarà squalificato per la partita di andata), la Polonia di Lewandowski oppure la Turchia. Meglio non pensarci troppo. Poi, certo, potremmo affrontare anche squadre meno spaventevoli: come la Macedonia e la Finlandia. 

LEGGI ANCHE --> Mancini: «Fiducia per marzo? Magari vinceremo pure i Mondiali»

Vale la pena di ricordare i playoff sono cambiati nella formula rispetto alle sembianze che avevano nell’anno 2017. Non è complicato. Dunque. Agli spareggi per la qualificazione diretta ai Mondiali parteciperanno 12 nazionali. E cioè. Parteciperanno le 10 seconde classificate dei gironi e le due ripescate della Nations League: al momento, tanto per avere una vaga idea, si tratta dell’Austria e della Repubblica Ceca. 

E ancora. Attraverso un sorteggio che si celebrerà il 26 novembre a Zurigo, le 12 nazionali saranno suddivise in tre piccoli tabelloni tennistici da quattro squadre ciascuno che prevedranno due semifinali e una finale. Secche. In particolare l’Italia sarà una delle teste di serie a Zurigo, dal momento che è risultata una delle migliori sei seconde, al pari del Portogallo, della Scozia, della Russia, della Svezia e della Polonia. 

Le teste di serie, tra l’altro, giocheranno la semifinale in casa. Per cui si può già anticipare che il 24 oppure il 25 marzo gli azzurri saranno impegnati in casa nella semifinale dei playoff. Per ora le non teste di serie sono il Galles, la Macedonia, la Turchia e la Finlandia, oltre che le ripescate Austria e Repubblica Ceca. 

In estrema sintesi: incontreremo una non testa di serie in semifinale e, presumibilmente, una testa di serie come il Portogallo o la Svezia nell’eventuale finale. Sarà un secondo sorteggio a decretare le squadre che ospiteranno le finali del playoff: le vincitrici dei tre mini-tabelloni si accrediteranno per il Mondiale. 

Quanto alle promosse, sono già il Qatar, la Germania, la Danimarca, il Brasile, la Francia, il Belgio, il Croazia, la Spagna, la Serbia, l’Inghilterra e la Svizzera. Oggi, tra l’altro, si concluderà il cammino delle qualificazioni europee: la Finlandia e l’Ucraina ancora si contendono la seconda posizione nel girone D; come pure la Repubblica Ceca e il Galles nel gruppo E. In bilico anche il girone C, visto che l’Olanda, la Turchia e la Norvegia possono ancora tutte qualificarsi da capolista. Il Qatar, per noi, è ancora molto lontano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA