Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Italia-Inghilterra: Tonali out, favorito Pobega. Mancini rispolvera Gabbiadini e davanti c'è una possibile sorpresa

Il ct ha provato la difesa a tre, ma contro gli inglesi partirà a quattro: dubbi sugli attaccanti

Italia-Inghilterra: Tonali out, favorito Pobega. Mancini rispolvera Gabbiadini e davanti c'è una possibile sorpresa
3 Minuti di Lettura
Giovedì 22 Settembre 2022, 16:32 - Ultimo aggiornamento: 24 Settembre, 09:43

Due gare per chiudere il gruppo di Nations League nel miglior modo. Dopo aver iniziato a gettare le basi per un nuovo percorso lo scorso giugno, sperimentando nuove convocazioni fino ad arrendersi ai cinque gol della Germania, la Nazionale di Roberto Mancini proverà a ribaltare la classifica del girone 3 di Lega A, Nations League. Al cospetto di Ungheria (7 punti) e con un punto in meno dei tedeschi (6), a Milano arriva l'Inghilterra, fanalino di coda in classifica che ha raccolto finora solo due pareggi, di cui uno proprio con gli azzurri. È un San Siro stregato: nelle ultime sei partite della Nazionale, nessuna vittoria e una sconfitta. Sarà la cinquantaquattresima panchina per il commissario tecnico che supererà Arrigo Sacchi

Forfait di Tonali e prove a 3 

La notizia della giornata è nel forfait di Tonali: il centrocampista non ha partecipato alla rifinitura e salterà le due sfide per un affaticamento muscolare. Farà ritorno a Milanello e resta in dubbio per la gara contro l'Empoli alla ripresa del campionato. Per la sfida contro gli inglesi la prima alternativa è Pobega ma nel ruolo è stato provato anche Cristante.  A causa del poco tempo a disposizione per il doppio impegno, i test in allenamento hanno visto l'alternanza di due moduli: 4-3-3 e 3-5-2. La difesa a tre sarebbe una novità per il Ct jesino, magari da sperimentare contro l'Ungheria, ma non sarà il sistema tattico del primo minuto nella sfida di domani sera.

I probelmi d'attacco e frecciatina agli assenti

L'attacco della Nazionale è il più grande punto interrogativo. Nella continua speranza di trovare il migliore Immobile, pronto a toccare quota 56 gare come Roberto Baggio (ma con 12 gol in meno, 15 contro 27), i riflettori si accendono su Gabbiadini, candidato al ruolo di vice. Undici presenze e due gol con la Nazionale, richiamato da Mancini per il "bisogno di un mancino e di un giocatore capace di agire in più zone d'attacco". Ma le dichiarazioni del commissario tecnico da tenere a mente sono altre: "Si impegna ed è un ragazzo d'oro, ci sono giocatori come lui che sentono molto la maglia della Nazionale". Partendo da un elogio al blucerchiato, Mancini lascia trasparire un messaggio chiaro per gli altri non convocati o per chi in passato ha abbandonato il ritiro azzurro in presenza del minimo fastidio fisico: "Chi vuole giocare in azzurro deve averne voglia sempre". 

Italia-Inghilterra, la probabile formazione 

Nella probabile formazione di San Siro, in porta ci sarà Donnarumma, difesa a quattro con Bonucci e Bastoni centrali, Di Lorenzo ed Emerson sulle fasce. Due certezze a centrocampo: Barella e Jorginho, resta possibile l'impiego di Pobega. In attacco la novità può essere Zerbin. Mancini andrebbe ad accelerare il processo di crescita del giocatore che domenica scorsa ha rotto il ghiaccio con lo stadio Meazza in Milan-Napoli. Nel reparto offensivo anche Immobile e Raspadori. 

Probabile formazione Italia (4-3-3): Donnarumma; Di Lorenzo, Bonucci, Bastoni, Emerson; Barella, Jorginho, Pobega; Zerbin, Immobile, Raspadori. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA